VIMODRONE
NUOVO APPELLO DELL’ASSESSORE IVANA BROI ALL’ATTENZIONE PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA

“Pensiamo diversamente, pensiamo differenziato”.
E’ questo l’invito accorato che l’assessore all’ Ambiente Ivana Broi rivolge ai suoi cittadini, proprio nei giorni in cui sta arrivando nelle case il nuovo vademecum per la raccolta differenziata che sarà valido per tutto il 2016.

raccoltavimodiffe
clicca per ingrandire

La raccolta a domicilio del verde, che esisterà solo su chiamata dal prossimo anno, e il ritiro del secco ogni settimana solamente di martedì, sono le due principali novità di un calendario CEM che per il resto non mostra particolari variazioni (vedi tabella accanto). Ad ottobre, dalle pagine dell’informatore comunale, l’Assessore Broi aveva parlato della raccolta differenziata  come “una buona pratica, un’iniziativa prima culturale che economica e ambientale, una scelta che guarda soprattutto al futuro nostro e dei nostri figli”. Il seme di questa osservazione, unitamente ad una riflessione dell’ Assessorato su quanto si possa incidere con ogni piccola azione indirizzata al riciclo, al riuso e alla raccolta dei rifiuti, non ha però attecchito in tutta la comunità, almeno stando ad alcuni rilievi effettuati in città, che hanno dimostrato l’indifferenza di parte della cittadinanza rispetto alle regole della raccolta differenziata.

Così, in procinto del Natale e di una prospettiva di produzione rifiuti che incrementerà esponenzialmente, l’Assessore è tornata sull’argomento con fermezza: “Spesso è difficile esprimere bene un concetto attraverso un manifesto e un’indicazione breve -ha spiegato- quindi posso pensare che non tutti abbiano ben compreso le procedure, ma l’atteggiamento da parte di alcuni cittadini, contribuisce a trasformare il problema rifiuti in una questione globale ed economica“. E proprio sui costi insiste la riflessione di Ivana Broi che sottolinea come il maggior quantitativo di rifiuti inviati in discarica, comporti di contro un maggior esborso per le spese di smaltimento, che a cascata ricadono sui cittadini. “Per questo tutti insieme dobbiamo cambiare il nostro atteggiamento individuale” ha proseguito.

Una maggior attenzione alla differenziata quindi, non alleggerisce solo l’ambiente dal peso dell’intossicazione da rifiuti, ma rende meno greve il costo delle spese, che aumentano anche ogni volta che all’interno dei sacchi per la raccolta, vengono inseriti oggetti e rifiuti non previsti, che dovranno quindi essere eliminati e smaltiti, a fronte di una maggiorazione del prezzo e di una minor qualità del processo di riciclaggio. Insomma, un guaio per tutti, senza eccezioni. “Se non prendiamo coscienza del bisogno di differenziare -ha quindi concluso l’Assessore Ivana Broiin nessun caso e con nessun  tipo di servizio, possiamo ottenere risultati migliori. Differenziare di più e meglio, è utile a tutti, all’ambiente e al portafoglio”. 

Intanto è sempre possibile scaricare l’applicazione CEM con tutte le indicazioni per la raccolta personalizzate di paese in paese, gratuita scaricabile sia da Apple Store che da Play Store.