SEGRATE
IL VICEMINISTRO ALLO SVILUPPO ECONOMICO CALENDA, “BENEDICE” IL PROGETTO WESTFIELD MILAN

Si fa sempre più vicino il giorno in cui il progetto del centro commerciale Westfield Milan diventerà realtà, dopo un lungo iter iniziato quasi 6 anni fa.

No Banner to display

L’ultimo ad intervenire sulla questione è stato il Viceministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda che, a seguito della prima riunione del Comitato di coordinamento per l’attrazione degli investimenti esteri del 2 dicembre scorso al Palazzo delle Stelline a Milano, ha scritto una lettera al Sindaco di Segrate Paolo Micheli.

Gentile sindaco ti sono grato per aver voluto assicurare la partecipazione del Comune alla riunione –ha scritto il Viceministro Calenda –Si è rivelato un incontro decisamente produttivo che ha permesso alle 11 amministrazioni intervenute di allinearsi sulle complesse procedure necessarie alla realizzazione del progetto Westfield Milan, uno dei maggiori investimenti esteri nel nostro Paese. Abbiamo potuto così condividere una tempistica di massima che garantisca al contempo correttezza ed efficacia amministrativa. Ai miei ringraziamenti si uniscono quelli dell’investitore stesso, presente alla riunione e consapevole dello sforzo compiuto dai Ministeri ed Enti Territoriali per sfruttare il progetto come occasione di concreto sviluppo infrastrutturale e produttivo dell’area”.

Non solo per il Viceministro e per l’investitore, ma anche per il primo cittadino segratese quello del 2 dicembre è stato un incontro produttivo. “Il tavolo promosso da Calenda, a cui hanno partecipato anche Città Metropolitana, Regione Lombardia e i due Ministeri coinvolti, è stato molto utile per affrontare eventuali problemi e definire la timeline. Al momento l’unica cosa che si sta aspettando per dare inizio alla costruzione sono i tempi della burocrazia -spiega Micheli –Gli investitori sarebbero già pronti, si aspetta che la Corte dei Conti approvi la viabilità speciale si Segrate, opera legata alla costruzione del centro commerciale. Un tratto di questa, il primo, sarà realizzata da Serravalle, il secondo e il terzo tratto da Westfield. Pensiamo che l’inizio della costruzione del primo tratto inizierà a giugno 2016”.

Il progetto Westfield Milan, che prevede un investimento di 1,8 miliardi di euro, significa anche oneri di urbanizzazione in entrata per il Comune. “Gli 8 milioni già incassati sono già stati usati dall’ex Sindaco– conclude Micheli –Ciò mi dispiace molto, perché si sarebbero potuti usare in modo diverso, per ciò che era più logico fare come per esempio cominciare ad estinguere i mutui di 20 milioni di euro del Comune, piuttosto che investirli in interventi finalizzati solo a fare campagna elettorale”.