SEGRATE
DOPO LE 18 MILA VISUALIZZAZIONI DE “LA PAZZIA”, I POCO DI BUONO TORNANO PER “CAMBIARE IL MONDO”

Quando lo scorso maggio avevamo incontrato Gimmo, cantante e leader della band segratese Poco di Buono, l’uscita del loro album d’esordio era imminente (qui l’intervista). A sette mesi di distanza, lo stesso Gimmo, al secolo Filippo Gimigliano, ci parla di “Cambiare il mondo”, secondo singolo estratto dall’omonimo disco e già acquistabile su iTunes.

“Per cambiare il mondo in cui tutti viviamo – spiega – ognuno deve prima di tutto cambiare il proprio: la somma dei singoli cambiamenti porterà, se non a un mondo perfetto, almeno a qualcosa di migliore”. In merito a questo titolo, però, Filippo svela un retroscena: “Inizialmente la canzone si chiamava “Sono stato un re”: il ritornello era totalmente diverso, con delle parole incentrate sul tema della solitudine e una melodia che più l’ascoltavo e meno mi convinceva. Appena prima della pubblicazione del disco, quindi, ho modificato il ritornello: con questa decisione dell’ultimo minuto è nato “Cambiare il mondo”, che ha poi dato il nome all’album”.

Il video, fresco d’uscita, è stato girato per la maggior parte a Milano, con il Duomo che fa da sfondo al cantante. Questa scelta è un tributo a una città a cui pocodibuonotuttinoi, essendo di Segrate, siamo molto legati”, spiega Gimmo che poi racconta: “Nel corso del video io e gli altri componenti della band siamo soli, singoli artisti di strada sparsi per le vie milanesi. Nella parte finale, invece, eccoci tutti insieme a suonare, uniti per contribuire al cambiamento attraverso la musica”.

Insieme al primo singolo “La pazzia”, che su youtube ha superato le 18mila visualizzazioni, “Cambiare il mondo” è considerato dal gruppo una delle canzoni di punta del loro album. Ma nuovi video sono già in cantiere: “Prossimamente –ci anticipa Gimmo– uscirà anche quello di “Io ti penso qua”, a cui più avanti seguirà “Con te sto male”. La nostra idea è quella di legare i due video attraverso un to be continued…, in modo tale da far risultare uno il seguito dell’altro. Le riprese sono sempre affidate a Steve Saints, il loro “videomaker di fiducia”.

I Poco di Buono hanno iniziato a promuovere il loro album questa estate, con un tour partito dall’hinterland milanese per spingersi fino a Modena, Lecce e all’Ariston di Sanremo. Per la band, però, “la serata numero uno è stata la presentazione del disco a Segrate, casa nostra”. Se volete assistere al loro prossimo concerto, allora tenetevi liberi per la notte di capodanno: il 31 dicembre, infatti, i ragazzi di Segrate suoneranno al Mib di Milano, dove proporranno un misto tra cover e, ovviamente, i brani di “Cambiare il mondo”.

ANDREA AMATO