MARTESANA
CURZIO RUSNATI ELETTO VICE PRESIDENTE DELL’ UNIONE DEI COMUNI

Dopo il primo consiglio, che ha visto la nomina delle cariche presidenziali (qui), l’Unione dei Comuni della Martesana ha assegnato le altre deleghe di rilievo. Curzio Rusnati, Sindaco di Bussero, è stato nominato Vice Presidente e sarà dunque lui il secondo di Comincini.

Ricoprirò con piacere questa carica –ha commentato Rusnatianche se per un tempo determinato, ovvero fino alle elezioni comunali della primavera del 2016 che vedranno coinvolti tre dei sei comuni membri”. Proprio le elezioni comunali 2016, che coinvolgeranno Pessano, Carugate e Cambiago avranno un peso specifico molto importante. Nata sotto l’egidia del Partito Democratico, l’Unione dei Comuni della Martesana dovrà essere capace di amalgamare al suo interno possibili amministrazioni comunali di colore diverso e dalle idee molto differenti.

Credo che non ci saranno grossi problemi da questo punto di vista –afferma il sindaco di Bussero- spero sia chiaro come la creazione di questo ente sia totalmente slegata dalle idee politiche che accomunano alcuni di noi, ma che anzi il vero spirito dell’Unione sia quello di poter migliorare l’erogazione di alcuni servizi ai nostri cittadini, avendo una visione più ampia rispetto a quella che ogni singola amministrazione possa avere. Sono convinto che certe occasioni vadano prese al volo e penso che l’Unione dei Comuni sia una di queste”.

All’interno dei singoli consigli comunali però sono venuti a galla alcuni malumori, portati avanti dalle varie minoranze, in particolar modo dalla Lega (qui) ma anche da alcuni esponenti di maggioranza come accaduto a Pessano. L’Unione dei Comuni della Martesana viene accusata di essere troppo “Cernusco-centrica“, in particolare troppo accentrata nelle mani del Sindaco Eugenio Comincini definito “(Il)genio Comincini” dal Vicesindaco di Pessano Giuseppe Caridi.

A parte la caduta di stile del Vicesindaco di Pessanoprosegue Rusnati – voglio ringraziare Cernusco per aver messo a disposizione alcune risorse importanti per questa prima fase dell’Unione. Abbiamo avuto dei ritardi nel far partire il tutto ma ora siamo pronti a portare avanti in maniera definitiva questo esperimento. Mai prima d’ora in Martesana si era pensato ad un progetto di così ampio respiro e questo va oltre Comincini, va oltre il PD, va oltre tutte le chiacchiere. C’è da lavorare molto per mettere in moto questa macchina: c’è da organizzare il personale, i funzionari e ci saranno altri comuni che entreranno a breve a far parte dell’Unione. Nonostante le fatiche però sono sicuro che chi verrà dopo di noi ci ringrazierà“.

MATTEO OCCHIPINTI