CERNUSCO
GLI STUDENTI DEL CLASSICO PROTAGONISTI DI UN PROGETTO “A VOCE ALTA” DI BOOKCITY MILANO

Esprimere emozioni, trasmettere sentimenti, raccontare storie. Queste sono solo alcune delle cose che possiamo fare con la nostra voce. Ogni parola pronunciata nel modo giusto può provocare un’infinità di sensazioni diverse.

È proprio la voce il punto centrale del progetto BookSound a cui hanno aderito gli alunni delle classi 3° e 5° del Liceo Classico dell’Itsos Marie Curie di Cernusco sul Naviglio all’interno dell’iniziativa Bookcity Milano, voluta per promuovere la lettura, proprio dall’amministrazione comunale del capoluogo lombardo, in sinergia con il Comitato Promotore (Fondazione Rizzoli “Corriere della sera”, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori, Fondazione Scuola per Librai Umberto e Elisabetta Mauri). BookSound si configura quindi come un’iniziativa rivolta alle classi delle scuole secondarie, e portata avanti in modo operativo dall’associazione LaAV-Letture ad Alta Voce, Letteratura Rinnovabile, Marcos y Marcos e Libreria Leggere, per far conoscere ai ragazzi la bellezza, il potere e l’importanza della lettura ad alta voce.

foto telefono gio 533Il progetto si divide in due incontri – BookSound Lab, tenuti da Elvio Schiocchet e Paola Rauzi. Nel corso del primo laboratorio, già seguito dalle classi dell’Itsos il 26 novembre, i ragazzi hanno cominciato a scoprire la propria voce e hanno appreso tecniche e segreti per utilizzarla al meglio e per trovare l’intonazione adeguata allo stile del brano a proporre. “Durante il primo incontro abbiamo provato a fare degli esercizi: abbiamo letto a voce alta una singola frase, sempre la stessa, legandola però ogni volta ad un’emozione diversa e modificando di conseguenza registro, tono e ritmo. Ci siamo poi divertiti a dare senso a una sequenza di numeri e di parole a caso, leggendoli a voce alta dopo averli inseriti in un contesto (un’interrogazione, un litigio…) di nostra invenzione” ha spiegato uno degli studenti del liceo.

Nel corso del secondo laboratorio che sarà il 12 gennaio, i ragazzi si dedicheranno alla progettazione del proprio BookSound Live, la messa in scena di una lettura spettacolare che si terrà in occasione della Notte Bianca del Liceo Classico il 16 gennaio 2016. 

Leggere ad alta voce significa condividere con gli altri storie fantastiche, ma soprattutto permette un forte scambio di emozioni. Un’altra bellissima occasione per il Liceo Classico dell’Itsos che non smette mai di presentare importanti iniziative.

GIULIA M. VERGANI