VIMODRONE
INCONTRI CON GLI AUTORI IN BIBLIOTECA. SI PARTE CON UN RICETTARIO MOLTO PARTICOLARE

La Biblioteca Comunale di Vimodrone, apre le porte agli incontri con gli autori, due momenti di confronto diretto con chi ha impugnato carta e penna e ne ha ricavato un messaggio particolare, un libro, comunque cultura.

Il primo incontro di sabato 21 novembre alle ore 17.30,  è particolare per più di una ragione. Innanzitutto verrà presentato un ricettario dedicato esclusivamente al pesce, e in secondo luogo si tratta di un libro-guida che oltre a stuzzicare il palato con ricette gustose, stuzzica una maggior consapevolezza nelle scelte da operare tra i banchi del mercato ittico, con una descrizione accurata di ben 31 specie da poter consumare senza impoverire i mari.

Solo il 10% delle oltre 700 specie commestibili presenti nei nostri mari, viene effettivamente commercializzato” si legge nella quarta di copertina di questo particolare ricettario firmato a quattro mani da Enrico Biolchini, biologo marino per anni impiegato all’ Acquario di Genova come responsabile italiano della campagna Mister Goodfish (qui tutte le info), e dallo Chef Giorgio Cabella, che porta tra pentole e stoviglie un’attenzione particolare per la cucina sostenibile.

Nell’accurata introduzione del libro, si apprende di come il 30% delle varietà di pesce che compaiono sulle nostre tavole sia sovrasfruttato e a rischio scomparsa, mentre esiste tutta una varietà ittica scarsamente presa in considerazione, ma più economica, egualmente gustosa e salutare “dal persico al cefalo, dall’occhiata alla sardina, dal totano al pagello francolino” come si legge ancora nella quarta di copertina. Gli autori saranno presenti in Biblioteca per illustrare nel dettaglio un nuovo modo di cucinare il pesce che sia rispettoso del mare, sostenibile, economico e salutare “per il mare e per il portafogli”.

Gli spunti contenuti nel ricettario edito da Terre Di Mezzo, potrebbero essere un’idea per una cena natalizia che non trascuri la tradizione del pesce, ma che faccia una regalo ai soliti tonni, gamberetti, salmoni, seppie, spada, e molti altri “must” della nostra tavola, molto costosi ma soprattutto destinati ad una graduale scomparsa.