CERNUSCO
SOSPETTA TUBERCOLOSI AL NIDO “BOLLE DI SAPONE”: IL COMUNE SI MOBILITA

Un bambino che frequenta l’asilo nido comunale “Bolle Di Sapone”, ha riportato i sintomi tipici della tubercolosi, malattia che, causata da vari ceppi di microbatteri, si trasmette facilmente per via aerea attraverso le gocce di saliva emesse con la tosse secca.

Appena sorto il dubbio sulla presunta contrazione della malattia (ad ora non vi è la certezza che effettivamente sia stata conclamata), il bambino non ha più frequentato l’asilo, e l’Asl Milano 2 ha immediatamente attivato le procedure previste per questo tipo di situazioni. Dalla prossima settimana infatti, previo consenso dei genitori, i bambini della sezione verrano sottoposti alla cosiddetta “Prova Intradermica di Mantoux” che permette di rilevare la presenza di anticorpi specifici in persone che siano venute a contatto con il bacino tubercolare. e che sarà ripetuta a distanza di circa due mesi per monitorare l’eventuale comparsa di anticorpi specifici.

I genitori, logicamente preoccupati per la situazione, hanno incontrato nel pomeriggio di ieri 6 ottobre  il medico responsabile per le malattie infettive dell’Asl Milano 2, le responsabili dell’Ufficio Scolastico e il vice sindaco Giordano Marchetti che hanno spiegato loro le procedure da seguire rassicurandoli su quanto accaduto.

Non è il primo caso di tubercolosi nelle scuole cittadine, già nel Marzo del 2015 era stato segnalato un caso alla scuola media e uno ancora precedente era stato segnalato nell’ estate del 2014.

MATTEO OCCHIPINTI