CASSINA
UN INCIDENTE CON IL PARACADUTE. GRAVISSIMO GIOVANNI GIORDANO, 39ENNE DI SANT’AGATA

E’ accaduto oggi poco dopo le 12.00 a Campovolo (Reggio Emilia).
Giovanni Giordano, detto Jo, cassinese di Sant’Agata si era lanciato con il paracadute e tutto sembrava andare per il meglio, ma come riportato da alcuni testimoni e poi dalla Gazzetta di Reggio gli ultimi metri prima dell’impatto gli sono stati fatali, forse, ma non è assolutamente certo, per colpa di un malore.

Le condizioni del 39enne molto conosciuto in città, sono apparse subito gravissime ai soccorsi arrivati sul posto, che hanno trasportato subito l’uomo, privo di sensi, all’Ospedale Maggiore di Parma, dov’è tuttora ricoverato in rianimazione. Alcuni fonti attendibili parlano di serie possibilità di paralisi per Giordano, mentre è ancora presto per definire se ci siano stati altri danni alle funzioni cerebrali.

Sull’accaduto si sa poco con certezza e non è chiaro come il volo apparso regolare sino all’ultimo, possa essere stato compromessa in dirittura d’arrivo. Ecco quanto scritto oggi sulla pagina web della Gazzetta di Reggio in merito alla dichiarazione dei testimoni: “Lo sportivo si è lanciato dall’aereo partito dall’aviosuperficie alle porte della città e atterrato poco dopo. L’uomo, secondo quanto raccontato da alcuni testimoni presenti sul luogo dell’incidente, ha aperto correttamente il paracadute scendendo alla velocità prevista. Poi, nell’ultimo tratto, avrebbe compiuto anche i due giri in aria necessari per posizionarsi sulla giusta traettoria ma poco prima di toccare il suolo è crollato a terra senza evitare il tremendo impatto”.

Uno dei primi a twittare la notizia e il proprio messaggio di vicinanza al giovane cassinese, è stato il consigliere d’opposizione Andrea Maggio : “Forza JO, ti sono vicino. Sei forte e riuscirai a superare questo dramma” ha scritto sul social.