BRUGHERIO
APPROVATO IN CONSIGLIO IL PIANO DEL TRAFFICO. IN DUE ANNI I LAVORI

A Brugherio già da qualche mese si parlava di PGTU (Piano Generale del Traffico Urbano), da quando a giugno fu presentato dall’assessore ai Lavori Pubblici e alla Viabilità Mauro Bertoni e dal Sindaco Marco Troiano (qui).

Venerdì 6 novembre è stato approvato in consiglio comunale questo importante documento che avrà un ruolo fondamentale nello sviluppo viabilistico della città nei prossimi mesi e anni. “In sintesi, il PGTU prevede una valutazione sulle novità relative al traffico di Brugherio– spiega l’Assessore Bertoni- Il 55% di questo è traffico di attraversamento, ed è prioritaria al momento la necessità di depotenziarlo”.

La nuova gestione del traffico
Il traffico di attraversamento, quello che riguarda il transito di macchine attraverso il territorio brugherese senza che queste abbiano come meta o punto di partenza la città stessa, è uno dei punti critici soprattutto in zone con picchi notevoli, come via San Cristoforo, via Cà Secca, via Quarto, via Dei Mille e viale Lombardia. Per affrontare questa problematica, il piano appena approvato definisce alcuni interventi che incideranno sullo schema di circolazione del traffico, di modo da far confluire i flussi che solitamente transitano dal centro cittadino, verso percorsi più esterni.

Tra gli obiettivi strategici troviamo innanzitutto quella che è definita “rigerarchizzazione della rete viaria”, attraverso una nuova classificazione delle strade. Ciò si potrà ottenere attraverso il potenziamento di alcuni incroci al fine di “ridefinire ruolo e livelli del traffico delle strade” come si legge nel PGTU, andando anche ad alleviare le situazioni in zone particolarmente problematiche come possono essere ad esempio Via della Vittoria e San Damiano.

Parcheggi e centro storico
L’accessibilità in Centro non viene limitata attraverso provvedimenti coercitivi, ma viene orientata operando sul controllo rigoroso della sosta […] attraverso una efficace regolamentazione che disincentivi l’utilizzo dei parcheggi più centrali da parte dei pendolari senza però penalizzare il traffico operativo” recita il documento.

Il centro resta la questione più spinosaspiega Bertoni– Tutto ruota intorno alla regolamentazione dei parcheggi, con alcune aree di sosta per le macchine che saranno a pagamento, e alla chiusura del budello tra Piazza Roma, Via Tre Re, Via Italia e Via Oberdan”. Un provvedimento interessante quest’ultimo, che fa pensare ad un progetto più ampio per il centro storico della città. “In una visione di medio-lungo termine l’ottica è quella della pedonalizzazione del centro. Sarà però un processo che andrà per gradi, cominciando magari con zone a 30 all’ora o riservate a pedoni e bicilette solo per fasce orarie, continuando a valutare l’evoluzione della situazione” continua l’assessore.

Molti altri sono i punti toccati dal PGTU, che non ha lesinato attenzione verso il trasporto pubblico e il sistema ciclabile in un’ottica di città smart, da sempre uno degli argomenti cari all’amministrazione. Tutti i documenti relativi al Piano del Traffico, possono essere scaricati e letti integralmente dal sito del Comune (qui).

Il Piano Generale del Traffico Urbano si sviluppa nell’arco di due anni, e comprende interventi che prevedono modesti investimenti conclude l’Assessore Bertoni– È un piano flessibile e fra 24 mesi si potrà andare a verificare ciò che è stato fatto e come, e se il progetto ha funzionato”.