COLOGNO
LA CITTA’ INSERITA IN UN PROGETTO PER FINANZIARE NUOVE IDEE DI STARTUP

Tutto pronto sulla linea di partenza per il progetto Link on Labur (LoL), che si traduce con “le 10 idee necessarie per cambiare il Nord Milano. Un ‘idea dall’ obiettivo ambizioso rivolta a giovani tra i 18 e i 35 anni che si sentono in grado di proporre spunti e avviare startup su un territorio che comprende i comuni di Cologno Monzese, Sesto san Giovanni, Cinisello Balsamo, Bresso, Cusano Dilanino, Paderno Dugnano e Cormano.

Nella sua prima fase di partecipazione al bando regionale, il progetto Link on Labour ha ottenuto dalla Regione il massimo del cofinanziamento erogabile, pari a 100.00 euro, parte dei quali verrà distribuita tra i giovani partecipanti. Entro novembre si chiuderà la  prima fase di “Calls For Idea”, ovvero di raccolta delle idee, dalla quale passeranno solo i primi dieci classificati, i quali, con un contributo diretto economico, avranno la possibilità di realizzare il loro progetto di Startup. Gli altri invece, potranno beneficiare di servizi e offerte formative collaterali che completeranno la loro conoscenza sempre una biro lavorativo (partecipazione a career days e startup learning week ad esempio).

Le idee di Startup saranno selezionate in base a delle categorie rilevanti per il territorio in ambito artistico-culturale, multimediale, nei servizi per le imprese, nella green e blu economy -ha spiegato l’Assessore alle Politiche Giovanili Dania Perego– La nostra città promuoverà sul territorio questa iniziativa, sottolineando quanto importante sia per il mondo giovanile. Parteciperemo inoltre al comitato tecnico-scientifico che selezionerà le idee da sviluppare, e prenderemo parte a tutte quelle attività di comunicazione legate al progetto, compresa la diffusione dei suoi risultati e la valutazione di eventuali azioni di fund-rising connesse ad altri bando a questo affini”.

Il progetto Link on Labour rappresenta in sostanza un’opportunità concreta per la crescita della professionalità di un’imprenditoria giovane e dinamica, e costituisce un investimento sul futuro di una generazione cresciuta in un mondo globale, in grado di raccoglierne le sfide e le enormi potenzialità del Nord Milano. Una buona idea dunque, per la quale Regione Lombardia è stata sostenuta da una fitta rete di partner, associazioni, gruppi giovanili, e sponsor privati (Fondazione Comunitaria Nord Milano, BCC Sesto San Giovanni, MHS s.p.a, Cooperativa Acli Service e Acli Servizi integrati srl, tanto per citarne alcuni).

FRANCA ANDREONI