BASKET A2 FEMMINILE
DIFESA IMBARAZZANTE, E LA CASTEL E’ ALLA TERZA SCONFITTA

Brutta sconfitta per la Castel al Palasport di Pessano. Nonostante l’ottima serata al tiro di Frantini e Koufogianni, le biancoazzurre rinunciano inspiegabilmente a difendere e si fanno schiacciare dal San Salvatore Selargius in una gara che sembrava alla portata grazie ad un avvio brillante, ma ben presto si è trasformata in un incubo che lascia aperti molti dubbi sul carattere della squadra.

Schierate da coach Puopolo con Stabile play, Frantini guardia, Beretta e Colli ali e Koufogianni pivot, le padrone di casa si portano subito avanti di 10 punti nel primo quarto sfruttando la vena realizzativa delle già citate Frantini (prestazione da 24 punti, frutto di un 6/13 da 2 punti e 4/5 dall’arco, ai quali aggiunge 5 rimbalzi, 2 palle recuperate e 3 assist) e Koufogianni (18 punti nati da un ottimo 7/11 dal campo e 2/2 ai liberi). Poi all’improvviso il buio, con le isolane che prendono fiducia minuto dopo minuto e riducono a 5 lo svantaggio già alla fine del primo parziale (25-20).

Con lo scorrere del cronometro l’inerzia della gara non cambia: si attende un ritorno rabbioso delle carugatesi che invece concedono troppi tiri facili sotto canestro alle avversarie, tra le quali brillano l’ala slovena Ana Ljubenovic (26 punti con il 50% dal campo e 10/10 ai liberi) e il sorprendente centro Giorgia Manfré (17 punti, con 8/12 al tiro e 1/2 ai liberi). Si va all’intervallo lungo sul 39-46, un margine destinato a crescere costantemente fino a 14 punti: finisce infatti 69-83, senza che la Castel dia mai l’impressione di poter rientrare in partita.

“Lo staff tecnico sta lavorando duramente in palestra in settimana, ma non si può allenare la determinazione e la voglia di difendere –è il commento duro del GM Paolo GavazziLe ragazze devono trovare in loro stesse la voglia di sacrificarsi per raggiungere gli obbiettivi. La condizione atletica non manca, mi sorprende la poca voglia di lottare in campo”.

Calato il sipario sulla terza sconfitta in tre gare, ora il calendario concede alle carugatesi una nuova possibilità con la trasferta insidiosa, ma tutt’altro che proibitiva, a Cagliari contro la Virtus. Domenica pomeriggio, infatti, si sfideranno due squadre che cercheranno di ottenere i primi punti di una campionato finora avaro di soddisfazioni: sarà necessario mantenere alto il livello di guardia per evitare di ritrovarsi in una situazione delicata di classifica già nella fase iniziale della stagione.

GIORGIO BACCHIEGA