MARTESANA VIABILITA’
INAUGURATA A PIOLTELLO LA BRETELLA TRA CASSANESE E RIVOLTANA

E’ in sostanza una bretella di raccordo tra la Cassanese e la Rivoltana, che consentirà di alleggerire il traffico in quel di Limito di Pioltello, fungendo da raccordo tra Tangenziale Est, TEEM e BreBeMi.

E’ questo l’aspetto saliente della variante alla SP14, opera da 1 milione e 700 mila euro circa, iniziata nel 2013 ed inaugurata ieri 3 luglio alle 10.30 in presenza della Consigliera delegata alla Mobilità e Viabilità della Città metropolitana di Milano, Arianna Censi.  Proprio la Consigliera ha illustrato l’idea che sta dietro al progetto realizzato: “Questa bretella -ha spiegato- ha le caratteristiche che crediamo debba avere una strada: essere utile per liberare dal traffico i centri abitati e allo stesso tempo costituire anche mitigazione ambientale” .

E proprio le opere di compensazione ambientale, hanno fatto lievitare il costo globale del progetto sino alla cifra di 4 milioni e 600 mila euro, che sono andati nella piantumazione di oltre 5500 piante, cui vanno aggiunti i lavori di posizionamento di barriere che attutiscono il rumore e proteggono così i residenti, la realizzazione di un sottopasso ciclopedonale e al realizzazione di una rotonda tra Via Piemonte e Via Primo Maggio a Pioltello. 

Noi pensiamo che questo sia il modo di affrontare il tema delle strade: farle nei tempi e nei modi previsti in modo che siano utili e rispondano ai bisogni delle cittadine e dei cittadini del nostro territorio” ha chiuso la Consigliera Censi, che ha inoltre ringraziato chi, tra operai e tecnici, ha materialmente reso possibile la realizzazione dell’infrastruttura viabilistica: “perché noi che facciamo le regole dobbiamo mettere in condizione chi lavora, di lavorare e di farlo al meglio”.

Se con l’apertura di TEEM, la Tangenziale Est ha subito dato l’impressione di essere maggiormente percorribile nelle ore di punta mattutine, almeno sino all’ingresso di Milano, questa nuova bretella potrebbe avere pari conseguenze anche sulle altre arterie di circolazione. L’estate non è forse il momento più opportuno per constatarlo, ma le prime impressioni non tarderanno d arrivare.