SEGRATE
ECCO LA GIUNTA GIOVANE, CON TRE DONNE E LA NOVITA’ DELLA DELEGA DI QUARTIERE

E’ una giunta giovane quella presentata ieri mattina in Comune dal neo sindaco Paolo Micheli, “la più giovane degli ultimi vent’anni“,  come lui stesso precisa; ed è una giunta con una forte presenza femminile, che punta con convinzione sulle competenze professionali dei suoi componenti come valore aggiunto per il bene della città.

LA SQUADRA
Manuela Mongini (Vicesindaco), Francesco Di Chio (Sport e Commercio), Viviana Mazzei (Qualità della Vita e Sviluppo Economico) , Santina Bosco (Servizi alla Persona e Ambiente), Gianluca Poldi (Cultura e Ricerca), Roberto De Lotto (Territorio e Progettazione Urbana), Luca Stanca (Bilancio). Ecco i nomi dei magnifici sette al fianco di Paolo Micheli, che gestirà i rapporti con la Città Metropolitana e con il Westfield, e terrà per sé le deleghe alla Sicurezza, all’ Innovazione, Semplificazione Amministrativa, Trasparenza, Comunicazione e Legalità, Partecipazione e Rapporti Istituzionali.

Abbiamo scelto una squadra di lavoro che vuole bene a Segrate -ha detto Micheli– e che è composta da persone che nel loro lavoro sono stimate e apprezzate per le loro qualità, e che porteranno queste capacità nella vita quotidiana del nostro paese“. Ecco quindi sette assessori rappresentati da professori universitari, avvocati, tecnici, dirigenti di multinazionali, esperti di comunicazione, giovani consulenti di sviluppo. “Guardando alla complessità del nostro paese, a volte mi sembra che sette persone siano addirittura poche per poter essere attenti ad ogni problematica e non rischiare di fare scelte azzardate come è stato in passato -ha spiegato Micheli- ma questo numero di assessori consentirà un controllo adeguato sul mio operato, e una presenza diretta in ogni quartiere che compone la nostra città”.

LA DELEGA DI QUARTIERE
La grossa novità della Giunta Micheli infatti, è la delega di quartiere assunta da ogni singolo assessore: “Chiedo ai miei assessori di girare per i quartieri, perché nel tour in camper durante la campagna elettorale, è emersa la mancanza di riferimenti per i cittadini all’interno dell’amministrazione, per segnalare i piccoli problemi del quartiere -ha spiegato il Sindaco- Quindi chiederò a loro di relazionarsi ed essere presenti sul territorio e poi riferire in giunta ciò che hanno rilevato e poter così trovare soluzioni ai problemi”. 

Il Vicesindaco Mongili si occuperà di Segrate Centro, l’ assessore Di Chio di Novegro e Tregarezzo, l’ assessore Mazzei dei quartieri di Lavanderie e Redecesio, l’ assessore Bosco di San Felice e l’ assessore Poldi di Rovagnasco e Villaggio Ambrosiano. Spetteranno all’ assessore De Lotto sia la Boffalora che il Village, mente l’assessore Stanca si relazionerà con gli abitanti di Milano 2.

LE PRIORITA’
Bloccare il ricorso dell’ ex amministrazione Alessandrini al Consiglio di Stato dopo la sentenza sul Golfo Agricolo; provare a fermare il progetto di centro commerciale accanto a Milano 2 e farsi carico del problema della Polizia Locale. Ecco le tre priorità sviscerate dal Sindaco alla sua prima conferenza stampa ufficiale, tre priorità da prendere in mano già dal primo consiglio comunale atteso intorno al 3 di luglio. 

GLI ASSESSORI
Manuela Mongini (eletta nella lista PD)
41 anni, Avvocato Civile e Penale e mamma di due bambine, sarà Vicesindaco e assessore alla Casa, Famiglia con deleghe ai Servizi Demografici, ai Servizi Generali e Ufficio Legale, alla Protezione Civile e alle Relazioni e Cooperazione Internazionale. Ringrazio il Sindaco per la responsabilità che mi ha affidato -ha detto- mi consentirà di stare a contatto diretto con la gente per costruire una politica forte e partecipata“.

Francesco Di Chio (eletto nella lista PD)
29 anni, è il più giovane membro della giunta, con un passato di forte presenza nelle associazioni e nello sport segratese, ora Coordinatore Regionale delle attività dell’Unione Sportiva ACLI e consulente di sviluppo in un’azienda. Sarà assessore allo Sport e al Commercio con deleghe ai Servizi Cimiteriali, Servizi e relazioni con il Cittadino. “Non posso non ringraziare il Primo Cittadino per aver avuto fiducia in un ragazzo così giovane. Il mio impegno sarà massimo”.

Luca Stanca (eletto nella lista PD)
48 anni, oltre ad aver girato il mondo ed essere papà di 5 figli, è Professore Ordinario di Economia Politica all’Università di Milano Bicocca e anche commercialista. Per Segrate sarà l’ assessore al Bilancio con deleghe a Patrimoni e Tributi, Partecipazioni e Partecipate, Personale. “Dopo anni di gestione di bilancio fantasiosa -ha spiegato Micheli presentato Stanca, fuori città per impegni inderogabili di lavoro- avevamo bisogno di qualcuno che prendesse le redini del bilancio in modo saldo e competente”.

Viviana Mazzei (Segrate Nostra)
49 anni, sposata e con tre figli, per vent’anni ha lavorato come esperta nella comunicazione, e ora ha fondato una Startup innovativa. Sarà assessore alla Qualità della vita e allo Sviluppo Economico con deleghe all’ informatizzazione, new media e nuove tecnologie, associazioni, benessere, salute, integrazione socio-sanitaria, cittadinanza attiva. “Sento molto vicina l’importanza dell’informatizzazione dei media, e credo che innovazione e sviluppo procedano di pari passo e siano utili anche per cambiare marcia nelle politiche del lavoro a Segrate -ha spiegato- spero che con queste deleghe si riesca davvero a raggiungere e coinvolgere il numero più ampio di cittadini”

Gianluca Poldi (Segrate Nostra)
44 anni
, è un Dottore in Fisica e Docente Universitario con collaborazioni sia all’Università di Bergamo che all’ Università di Urbino. A lui l’ assessorato alla Cultura e Ricerca con deleghe alle Politiche giovanili, a Scuola e Istruzione, agli Eventi, all’Agricoltura, ai Rapporti con l’Università e la Ricerca, al Marketing. “La cultura la intendo fortemente legata alla formazione, come educazione all’attenzione -ha spiegato- avremo rapporti diretti con tutta la gente che fa ricerca sul nostro territorio, e attraverso gli eventi dedicati a tutte le fasce di età, cercheremo di costruire un tessuto sociale più ricco e più vivo”.

Roberto De Lotto
44 anni,
 segratese e padre di due figli, non ha seguito il percorso di alcun partito, ma è stato nominato in prima persona dal Sindaco Micheli perché tecnico esperto in un settore tra i più urgenti e delicati in città. E’ Professore di Urbanistica all’ Università di Pavia, sarà quindi assessore al Territorio e alla Progettazione Urbana, con deleghe al PGT (Piano di Governo del Territorio, Urbanistica, Edilizia Privata, Demanio, Lavori pubblici). “Abbiamo priorità che vogliamo subito affrontare senza perdere tempo -ha spiegato- il mio interesse è totalmente volto ad uno sviluppo organizzato del territorio e dell’ambiente”.

Santina Bosco (eletta nella lista PD)
63 anni, ora pensionata e nonna, con un passato da Dirigente di una Multinazionale e una Laurea in Biologia, sua vera passione. Da giovane ha girato l’Italia seguendo il padre Ufficiale dei Carabinieri, entrando in contatto con le diversità sociali di tutto il territorio italiano. Sarà assessore ai Servizi alla Persona e all’Ambiente con deleghe alle Politiche Sociali, Pari Opportunità, Terza Età, Segrate Servizi. “Sono stata dirigente di una multinazionale, mamma e ora nonna -ha spiegato- quindi il lavoro pesante e le responsabilità non mi spaventano di certo”.