COLOGNO AMMINISTRATIVE
DI BARI FIRMA ACCORDO CON ROCCHI E SPIAZZA SANSALONE E VELLUTO

Chiuse le elezioni si sa, inizia il valzer delle consultazioni per capire come, e soprattutto chi, sposterà gli equilibri in ottica ballottaggio.

Le Liste Civiche che candidavano Cosimo Sansalone, con quell’importante 16% sono state subito centrali nella trattativa di centrodestra e centrosinistra, e ad un certo punto sembrava che l’accordo tra la coalizione e Alessandro Del Corno fosse quasi trovato e ben delineato. La firma di Giuseppe Di Bari e della sua lista con il candidato Angelo Rocchi, ha però ridefinito la situazione, e soprattutto ha colto di sorpresa persino le liste con cui si era presentato al voto il 31 maggio.

IL COMUNICATO DI GIUSEPPE DI BARI
Cologno nel Cuore comunica che in data odierna (nda: ieri 7 giugno), ha deciso di sostenere la candidatura a sindaco di Angelo Rocchi della Coalizione di Centro-Destra, in quanto ritiene indispensabile dare un segnale forte di discontinuità amministrativa con il passato -scriveva ieri sera 7 giugno Giuseppe Di Bari dal profilo ufficiale Facebook-  Cologno nel Cuore, ringraziando i propri elettori per la fiducia accordata al primo turno, invita tutti i cittadini colognesi a votare al ballottaggio del 14 giugno, il candidato Sindaco Angelo Rocchi”.

LA REAZIONE DI SANSALONE
Una semplice scelta di campo, legittima, e autonoma quella di Di Bari. Ma già su quel “in data odierna” inserito nel comunicato ieri, domenica sera, Cosimo Sansalone avrebbe qualcosa da puntualizzare. “Scelta legittima e senza problema alcuno, lo sarebbe stata se avessimo saputo di questa volontà prima che diventasse concreta. Invece, di questa scelta tenuta segreta sino all’ultimo da un ragazzo che si è dimostrato indubbiamente imprevedibile e certamente fantasioso -ha dichiarato Sansalone- ne siamo venuti al corrente solo a cose già fatte, tra venerdì notte e sabato, proprio quando avremmo dovuto dare la nostra risposta ad Alessandro Del Corno, che tra l’altro, aveva accettato le richieste avanzate dalla nostra coalizione, richieste che da subito lo stesso Di Bari aveva posto come imprescindibili per un eventuale accordo e, aggiungo, richieste che invece il centrodestra con cui ora Di Bari ha scelto di accasarsi, non ha accettato e quindi non offrirà a Cologno Nel Cuore”. 

L’ACCORDO CON IL CENTROSINISTRA SFUMATO ALL’ULTIMO
Ma quali sono queste richieste ? Ai due candidati al ballottaggio, la coalizione di Liste Civiche aveva chiesto categoricamente l’apparentamento, che avrebbe portato alla loro coalizione, i sei consiglieri spettanti e due assessorati importanti da affidare rispettivamente proprio a Velluto e Di Bari. “Dopo un primo incontro e un primo rifiuto -ha spiegato Cosimo Sansalone- Del Corno è tornato ad un tavolo accettando queste richieste, e con lui avevamo trovato convergenza anche sull’urgenza di avere una Giunta di Salute Pubblica, che si concentrasse su temi essenziali a partire dal risanamento del bilancio per evitare il fallimento comunale. Con sei consiglieri e due assessorati, avremmo potuto portare avanti con forza sufficiente i nostri progetti, ma con la fuoriuscita di Di Bari e il suo accordo segreto che suona come un tradimento, cosa che in politica come nella vita non paga mai, avremmo avuto poco potere contrattuale con soli quattro consiglieri a sostenere due assessori, che sarebbero stati quindi sempre soggetti alle decisioni del sindaco”. 

LO SCENARIO ATTUALE
Al momento quindi, dopo il rifiuto di CSD, la posizione invariata del Movimento 5 Stelle che non sosterrà né Rocchi né Del Corno, il passaggio di Di Bari al centrodestra, e la chiamata fuori delle Civiche, il centrosinistra può solo attendere di sapere quale sarà la scelta ultima di Capodici, che potrebbe decidere di ritornare nell’alveo del centrodestra, dove si era posto come alternativa ai partiti nazionali in queste elezioni, oppure di approdare con una scelta a suo modo storica, al centrosinistra, o infine, di seguire la linea di Cologno Solidale Democratica, 5 Stelle, lista Sansalone Sindaco e Cologno Libera.