AMMINISTRATIVE 2015
BERLUSCONI, SALVINI E PISAPIA: A COLOGNO E SEGRATE ARRIVANO I POLITICI

Ultima settimana di fermento elettorale, dopodiché da lunedì mattina Cologno e Segrate avranno un nuovo sindaco. In questi giorni, che i candidati sperano decisivi per la vittoria al ballottaggio, i nomi importanti della politica hanno scelto di esporsi in prima persona a sostegno dei rispettivi candidati.

COLOGNO: ARRIVERANNO MATTEO SALVINI E GIULIANO PISAPIA
Dopo la prima visita in supporto ad Angelo Rocchi lo corso 23 aprile (qui), Matteo Salvini ritornerà in città domani 10 giugno. Se la prima era stata una passeggiata al mercato in mezzo alla gente, questa visita sarà più politica della precedente, con un incontro in Piazza XI Febbraio a partire dalle 20.30.

La stessa piazza, ma il giorno successivo, cambierà colore. Atteso per giovedì 11 giugno alle 18.00, è infatti il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia, che sosterrà la candidatura di Alessandro Del Corno. In Piazza quella sera, potrebbero arrivare anche altri sindaci della Martesana, per un incontro corale davanti ai cittadini, l’ultimo prima del 14 giugno.

SEGRATE: GIA’ PASSATI DALLA CITTA’ SILVIO BERLUSCONI E MATTEO SALVINI
A Segrate i nomi grossi che si sono succeduti in questi giorni, lo hanno fatto a sostegno della candidata Tecla Fraschini del centrodestra.

silviosegrate

Dopo il malinteso dello scorso 29 maggio (qui), che i sostenitori di Paolo Micheli gli hanno ironicamente ricordato (ne parla il Corriere qui), Silvio Berlusconi è tornatoin città lo scorso 5 giugno, e lo ha fatto con un vero e proprio comizio elettorale in Piazza San Francesco. Moltissime le persone presenti attorno al piccolo podio marchiato Forza Italia, allestito per la presenza del cavaliere.

salvinisegrate

Anche Matteo Salvini è ritornato a Segrate nonostante gli scontri e le proteste di giugno (ne parla Repubblica qui), e questa volta tutto è andato liscio. In realtà i sostenitori del centrosinistra avevoprevisto una protesta particolare: lancio di gattini di peluche al leader dei lumbard, per ricordargli

l’iniziativa social “gattini per Salvini” che tempo fa gli intasò la pagina Facebook. Tutto si è concluso in un nulla di fatto, anche perché zaini e peluche sono stati sequestrati subito e ridati ai giovani solo dopo ore (qui il video di Repubblica).