SEGRATE
“IL TESTIMONE”, LO SPETTACOLO SULLA TRATTATIVA STATO-MAFIA, DI SCENA A REDECESIO

Non è la prima volta che il teatro porta in scena la storia italiana, e ne denuncia alcuni episodi che rischiano di essere dimenticati.

No Banner to display

E’ questo il caso dello spettacolo “Il Testimone“, scritto dal giudice Mario Almerighi insieme a Fabrizio Coniglio, che andrà in scena domani 28 maggio alle 21.00 presso il Centro Civico di Redecesio. 

Vicenda centrale dello spettacolo, è l’uccisione per mano mafiosa, del giudice Giacomo Ciaccio Montalto, che sino al 25 gennaio 1983, quando venne ammazzato, aveva indagato sui rapporti illeciti tra mafia trapanese e narcotraffico americano. Montalto aveva a Roma il caro amico e collega Mario Almerighi (autore del testo teatrale), al quale rivela i suoi dubbi rispetto a contatti mafiosi all’interno del tribunale stesso di Trapani, e più in generale a quei legami con lo stato di cui molto si parla anche oggi. All’epoca il processo Montalto subì ritardi e slittamenti, spostamenti e intromissioni dei vertici più alti delle istituzioni. Dieci anni dopo, nel 1993, Giulio Andreotti fu messo sotto processo per concorso esterno in associazione mafiosa.

Questa inquietante vicenda, passata alla storia come esempio di rapporti concreti tra stato e mafia, sarà portata in scena giovedì dallo stesso Fabrizio Coniglio con Bebo Storti.