RUGBY COLOGNO
L’IRIDE CHIUDE E SALUTA I SUOI STORICI GIOCATORI. DOMANI OPEN DAY

Finisce come è cominciata questa polue promozione per l’Irdide Cologno, che chiude con una sconfitta sul campo del Grande Brianza. E’ stata comunque una grande festa di sport che ha visto protagonisti tutti i giocatori in campo, i quali hanno festeggiato l’ultima partita di Renato Soriente e Demetrio Di Leo per l’Iride e Alessandro Geddo per il Grande Brianza.
La bella giornata di sole e la voglia di salutare chi smette, ha portato sugli spalti un pubblico numeroso e appassionato, che ha potuto vedere una bella partita combattuta e anche maschia in alcune fasi, in cui ci sono stati scambi di “opinioni” che nello spirito del rugby, sono state subito risolte con una stretta di mano e un abbraccio sul campo, e una birra durante il terzo tempo.
Le squadre si accordano per effettuare l’entrata in campo, in modo che il pubblico possa tributare i giusti  onori ai compagni, bello e emozionante vedere Soriente, Di Leo e Geddo raccogliere gli applausi del pubblico e delle squadre.
Cologno non smentisce le difficoltà di concentrazione palesate in questa poule e dopo 2’ di gioco concede un calcio di punizione che il Grande Brianza trasforma. Si riparte e per i successivi 30’, l’Iride grazie alle ottime prestazioni dei “veterani” Soriente e Di Leo che non si risparmiano, e di Viganò, spinge il Grande Brianza nella sua metà campo con continue azioni di percussione. La pressione però si ferma nei 5 metri avversari. Tutta questa pressione non si concretizza con nessuna meta, ma con una punizione trasformata da Demeco all’8’.
In questa fase di grande spinta, a dire il vero anche confusa,i padroni di casa sfruttano un errore in touche dell’Iride e grazie ad una punizione, si portano al 34’ sul 3 a 0. Il primo tempo si chiude con il risultato di 6 a 3 e con l’impressione che l’Iride abbia raccolto meno di quello che ha prodotto. Nel secondo tempo Vinzani schiera Camelliti al posto di Crucitti e Di Vara Nicolò al posto di Maggiore, ma è il Grande Brianza che parte con il piede sull’acceleratore e nel giro di 12 minuti realizza tre mete portandosi sul 23 a 0 .
Coach Vinzani prova a cambiare l’inerzia della partita e sostituisce uno stremato Schiavone, da sottolineare la sua buona prestazione e la crescita personale in questo primo anno di gioco, con Greco, Melchiorre con Cagliani, Privitera con Sofo. I cambi danno i loro frutti e al 78’ Vigano, dopo una azione di forza con il supporto di Camelliti e di Capitan Taglietti, trova la via della meta. Alla trasformazione si presenta Soriente che nonostante il grande cuore, complice la stanchezza, non trasforma. Vinzani sostituisce Di Leo, corridoio anche per lui applaudito da compagni, avversari e pubblico. La partita finisce e inizia la festa.
Ci sarà tempo adesso per analizzare con attenzione questa seconda parte di stagione e fare le valutazioni necessarie per pianificare la prossima, perché ricordiamocelo l’Iride ha comunque conquistato il suo obiettivo stagionale, la permanenza in categoria. Questa possibilità, guadagnata sul campo, di giocarsi la promozione in B è stato un ottimo banco di prova ma non era nelle corde della rosa, che ha comunque sfruttato la possibilità di fare esperienza.
Domani sabato 23 maggio, la formazione chiuderà l’anno con una grande festa sui campi di Viale Campagna, che includerà un Open Day dalle 15.00 alle 19.00, per tutti i bambini e le bambine dai 5 ai 14 anni. Dolci, panini, saltella, merende, e birra per gli adulti, saranno disponibili per tutto il pomeriggio.
Per ringraziare ancora i due storici giocatori che abbandonano l’attività, Soriente e Di Leo, l’Iride Cologno ha organizzato per loro un match di addio, con tutti gli amici, vecchie glorie, e avversari di una vita.
IURI DEL BONO