CERNUSCO BLUES FESTIVAL (video e foto)
RANDOLPH MATTHEWS FA IL PIENONE IN PAROLINA

La prima serata internazionale del Cernusco Blues Festival, è andata esattamente secondo le aspettative.
Con i posti esauriti ben prima del termine valido per prenotarsi, ci si aspettava davvero parecchia gente, e così è stato.

Il giardino esterno della RSD Parolina, ha accolto il 27 maggio scorso, una tavolata di cento persone, cui si sono aggiunti spettatori post cena, arrivati per sentire il talento musicale di Randolph Matthews (qui), che ha sorpreso per la portata delle sue qualità vocali, e per come ha saputo unire la naturale propensione alla beatbox, con il graffiante stile blues, regalando una performance unica nel suo genere, che se a Londra rappresenta una certezza, qui in Italia è davvero qualcosa di nuovo e originale.  Con lui sul palco, il poliedrico musicista e musicoterapeuta Pablo Leoni, e il bravissimo chitarrista Alessandro Diaferio.

Dopo una breve introduzione del Sindaco Comincini, che ha ricordato come “la Parolina sia ormai un’istituzione qui in città” e come “con entusiasmo il Comune abbia scelto di patrocinare l’organizzazione di questo evento, unico nel suo genere”, la serata ha preso la forma di una cena con alternati momenti di musica e chiacchiere, che si è protratta oltre le due ore, coinvolgendo con il ritmo gli ospiti della residenza, i loro amici, e i numerosi cittadini partecipanti, molti dei quali incapaci di restare fermi senza almeno tenere il tempo con le mani o con al testa. Tanti anche i bambini, che più degli altri si sono lanciati nelle danze finali, trovando anche il tempo per due tiri a pallavolo insieme alle ragazze del Centro di Aggregazione Giovanile di Cernusco, in un vero clima di festa di fine primavera a 360°. 

A garantire un piacevole e puntuale servizio ai tavoli e al banco dell’aperitivo con prodotti equosolidali, ci hanno pensato appunto i ragazzi del CAG Labirinto, che con serietà e impegno, stemperati di sorrisi e cortesia, hanno servito le oltre cento persone dal primo piatto al dolce, attenti che non mancasse mai nulla sui tavoli: “E’ facile riempire i giornali con le notizie che gridano ai peggiori atti compiuti dai giovani -ha dichiarato Nico Acampora, Coordinatore di Spazio Giovani Martesana, anche lui presente alla serata- è meno ricorrente parlare di quanto facciano di buono ogni giorno, in un percorso di crescita utile a loro e aperto agli altri, come in questa serata, dove tutti hanno voluto davvero provare un’esperienza di volontariato sociale“.

Nelle foto qui sotto, e nel breve video di copertina, potete avere un assaggio del clima respirato durante l’evento.
Non resta che ricordarvi l’ultimo appuntamento della rassegna, il 21 giugno prossimo, con un’altra eccellenza mondiale: Fiona Boyes, una donna con il blues radicato nella voce e sulle corde della chitarra, di cui vi parleremo meglio a ridosso della serata.

Per prenotarsi, ricordiamo che è necessario inviare una inviare mail a rsdparolina@puntodincontro.org, indicando nell’oggetto “prenotazione cena del 21 giugno” e scrivendo nel corpo del testo “prenotazione per n°….. persone”, indicando poi nome cognome e numero di telefono.