CARUGATE
PER CARUGATE: “SULL’ECUOSACCO I CONTI NON TORNANO”. IL SINDACO CONFERMA LA RIDUZIONE DELLA TASSA

Discariche abusive ai margini del paese, penalizzazioni per chi consuma più sacchetti, e il rischio che la diminuzione della tariffa rifiuti non cali minimamente. Sono principalmente queste tre cose che i capigruppo Giambitto (Pdl) e Ronchi (Lega Nord), mettono in evidenza in un quadretto sull’ Ecuosacco che pare davvero tutt’altro che favorevole ai cittadini.

LA TARIFFA RIFIUTI
Eppure, i dati alla mano arrivati nei primi mesi dell’anno e poi ribaditi a marzo, confermano il trend positivo nella nuova raccolta differenziata carugatese, tanto che l’amministrazione comunale ha ribadito ancora la volontà di abbassare al tariffa rifiuti. E proprio a partire da qui, PerCarugate pone il primo accento: “i previsti risparmi dovute alle maggiori quantità di frazioni recuperabili difficilmente compenseranno gli extra costi che l’Ecuosacco genera -scrivono- Quindi i tanto sbandierati risparmi e riduzione della tariffa quasi sicuramente non ci saranno. O se ci sarà una riduzione, non sarà certo per l’Ecuosacco, ma perché fino ad oggi hanno sempre utilizzato tariffe altissime incassando dalla gestione rifiuti più di quanto si spende. E per legge questo non è possibile!”.

L’amministrazione da parte sua, questa volta non lascia passare le accuse, e tuona subito perentoria ribattendo punto su punto: “Gli extracosti ? Questo lo dicono Giambitto e Ronchi, perché per noi fa fede il conto che presenta CEM -ha chiarito il Sindaco Gravinae da quello non risulta nessun extra. Se poi vogliamo parlare della tariffa rifiuti, noi l’abbasseremo ed è certo, e non mi si dica che era troppo alta prima, dato che è dal 1998 che non la rivediamo e anche allora fu diminuita rispetto alla precedente del 13%.”

CESTINI STRACOLMI E DISCARICHE FUORI PAESE
Lega Nord e Pdl comunque, affrontano anche altro nel prendere fermamente posizione contro la gestione della raccolta rifiuti, secondo loro gestita dall’inizio con poca trasparenza e comunicazione, e che proprio per questo ora si porterebbe dietro il carico di situazioni che comporteranno un ulteriore impiego di denaro per essere risolte, dovute anche al timore di molti cittadini, del riconoscimento tramite codice a barre sul sacchetto: “C’è chi ammette di aver portato i rifiuti al lavoro -continuano- i cestini nelle vie sono sempre pieni e sono in aumento le discariche abusive fuori Carugate. Facile capire che questi prima o poi bisognerà andarli a prendere. Con i relativi costi di raccolta e smaltimento“.

Il tema delle discariche abusive, è già stato affrontato mesi fa, quando un cittadino segnalò la presenza di rifiuti abbandonati in zona graziosa. Rispetto a questo è stato proprio Giovanni Villa, consigliere delegato all’ambiente, a spiegare a suo tempo come ci siano gruppi di persone organizzate, che vengono da fuori addirittura con più macchine e scarichino qualsiasi cosa nei campi. Per evitarlo è stata messa una sbarra, ma davanti all’inciviltà nemmeno un divieto di accesso ha risolto il problema. Nel merito di questo problema, il Sindaco dice: “Fuori Carugate ci sono sempre state purtroppo zone prese di mira da gente senza senso civico, e se i comuni limitrofi non hanno la capacità di sperimentare, di mettersi in gioco, di convincere i propri cittadini, non è colpa nostra e né possono addebitare a noi la colpa dei loro insuccessi“.

LA PROPOSTA DI PER CARUGATE: SCONTO SUI SACCHETTI INUTILIZZATI
Sul tema Ecuosacco dunque, l’amministrazione non è proprio disposta a sentire lamentele, e se Lega Nord e Pdl chiedono almeno che siano scontati i sacchetti inutilizzati e detratti dalla tariffa di ogni singolo utente, il Sindaco risponde lapidario: “Faremo molto di più, abbasseremo a tutti la tariffa come detto e come confermato”.

Ma se è vero che la giunta non si smuove sul tema Ecuosacco, è pur vero che l’opposizione ha un’altrettanta chiara visione di come stanno procedendo le cose in quel di Carugate: “è l’ennesimo esempio di una politica fatta solo di proclami e dichiarazioni che non tiene conto delle reali  esigenze  dei  cittadini,  portata  avanti  da  Gravina  &  Grimoldi, il  resto  degli  Assessori  e Consiglieri  Comunali  del  PD  sono  totalmente  inesistenti, ma  finalizzata  solo  alla  propaganda e al mantenimento del loro potere“.