HOCKEY FEMMINILE
PIU’ DIFFICILI I PLAY OFF DOPO LA SCONFITTA CASALINGA

Le due formazioni rivelazione del campionato di A1 si sono affrontate sul campo comunale di Cernusco, in un match tra i più importanti per l’accesso alla zona play off. 

Le cernuschesi onorano la competizione per tutta la prima frazione di gara, ma un unione di fattori, dalla stanchezza alle assenze, da un arbitraggio discutibile sino alla maggior esperienza delle cagliaritane della Pol. Ferrini, lasciano la vittoria nelle mani delle avversarie, e l’impresa play off molto più ardua.

Le migliori occasione da rete per le padrone di casa, arrivano nella prima frazione, con Arlati e la Possali due volte pericolosissime davanti al portiere avversario, che nei minuti successivi rischia il tracollo. Prima Nogueira sfiora il palo, e poi Bolla manca il tocco vincente a due passi dalla linea, ripetendosi pochi istanti dopo con più precisione ma trovando l’ottima risposta dell’estremo difensore sardo, che si ripete ancora allo cadere su un corto ben tirato dalla Possali. 

Una parità alla fine del primo tempo, di cui devono rammaricarsi le ragazze di Cernusco, quasi sempre all’attacco. L’inizio del secondo tempo è effervescente: la Ferrini passa avanti con un tiro improvviso e per nulla eccezionale, e l’ Hockey Cernusco ribatte subito con Arlati, ben servita da Nogueira.

A parità ristabilita, e con la stanchezza nelle gambe, qualche cartellino di troppo e ingiustificato, sfoderato dal direttore di gara all’indirizzo delle lombarde, le lascia in inferiorità numerica consentendo alle ospiti di dilagare negli spazi aperti. Ciò nonostante è ancora Bolla ad andare vicina alla rete. 

La beffa, dopo una partita volta all’attacco, arriva sul finale, con la rete sarda che punisce le biancorosse molto più severamente di quanto avrebbero meritato.