GORGONZOLA 8 MARZO
IL SINDACO STUCCHI SCRIVE UN’ INTENSA LETTERA A TUTTE LE SUE CITTADINE

Per un giorno non voglio rabbrividire dinnanzi al male che altri esseri umani possono portare nelle vostre vite. No, oggi voglio guardare ai giorni che verranno, fare mio il vostro sguardo sull’uomo e sul mondo che abitiamo. Voi così capaci di esplorare i germi di futuro già operanti nel presente. Qual è la meraviglia che fa nascere questa vostra speranza?

E’ questo uno dei primi pensieri della lettera che il Primo Cittadino Angelo Stucchi, ha scritto alle donne di Gorgonzola in occasione della festa della donna della prossima domenica 8 marzo. 

Nella missiva, il Sindaco pone l’accento su un aspetto particolare dell’essere donne: la speranza, che compare nel testo ben cinque volte come sostantivo e una come verbo (sperate), e ognuna rimarcando una capacità tutta al femminile di guardare in avanti nonostante il contesto, il contesto di violenze che ogni giorno si apprendono, quello fatto di debolezze e scoraggiamento in cui “non c’è più nulla attendersi“, citando sempre Stucchi.

Come desidero questa apertura del cuore capace di generare un senso profondo di appagamento e di pace. Come vorrei essere come voi delicato nel mettere le mani nel profondo della vita e nelle ferite della storia -scrive ancora il primo cittadino- So che tutto questo non si trasmette perché lo si studia, se ne discute o lo si spiega, ma solo perché lo si possiede. Allora guardo con meraviglia alle vostre vite, al genere femminile così capace di rallegrare, sorprendere, costruire l’umanità e generare speranza“. 

Per il Sindaco Stucchi, anche e soprattutto dalle donne “continueranno a nascere cose meravigliose a Gorgonzola“.

Il testo completo della lettera è scaricabile qui.