CARUGATE
ECUOSACCO: BUONA LA PRIMA. LA RACCOLTA FUNZIONA E LE TARIFFE CALERANNO DEL 5%

Forse si poteva partire più dolcemente, iniziando a parlare di Ecuosacco con largo anticipo ed evitando il trauma del cambio improvviso in modo repentino, ma nonostante le polemiche i cittadini carugatesi hanno dimostrato di aver assimilato le nuove modalità di raccolta.

Un fortissimo ringraziamento ai nostri cittadini per la serietà e la consapevolezza di fare la cosa giusta“, ha dichiarato il Primo Cittadino Umberto Gravina nel comunicare i dati relativi ai primi due mesi di raccolta differenziata del 2015. 

Facendo un raffronto con lo stesso bimestre del 2014, sono state prodotte 134,9 tonnellate in meno di rifiuti da smaltire per quanto riguarda il secco, che consentiranno già da quest’anno di abbassare la tariffa sui rifiuti di un 5%.

Con questo trend, se i dati verranno confermati nei mesi a venire -ha continuato il Sindaco Gravinanon è da escludersi che si possa ridurre sino al 10% il prossimo anno”. 

Sicuramente la nuova raccolta differenziata richiede più attenzione, e dopo pochi mesi dall’avvio ufficiale, ancora non si sono inseriti quegli automatismi che richiedono del tempo, ma i risultati parlano chiaro: i carugatesi si sono messi d’impegno, l’ecuosacco è più complesso da gestire ma al momento funziona, e i costi verranno ridotti.

Sono forse questi aspetti concreti del “sacco rosso” (le tonnellate di rifiuti in meno, un abbassamento delle tariffe) che i cittadini non riuscivano assolutamente a cogliere, anche per giuste ragioni, quando si era arrivati un po’ velocemente al cambio delle abitudini.

Per tutti coloro che avessero ancora bisogno di ulteriori indicazioni sulla raccolta differenziata con Ecuosacco, ricordiamo la dettagliatissima pagina del CEM, dove è possibile selezionare una tipologia di rifiuto da un menù a tendina sulla destra, e a lato compariranno le indicazioni sul sacco in cui buttarlo. Al contrario, si potrà selezionare il tipo di raccolta, sempre dal menù a tendina a destra, e a lato compariranno indicazioni in merito ai rifiuti da inserirvi.

Ora ci sarà da attendere i dati a consuntivo dell’anno in corso per avere una reale visione d’insieme di come sarà andata la nuova raccolta differenziata. Allora, si potrà dare un giudizio definitivo, e magari lo chiederemo proprio ai cittadini.