BRUGHERIO
INAUGURATO L’APPARTAMENTO DESTINATO AL REINSERIMENTO SOCIALE DEI DETENUTI

E’ in Via Nazario Sauro 149, l’immobile che il Comune di Brugherio ha destinato al progetto di Housing Sociale che mira al reinserimento comunitario e lavorativo dei detenuti.

taglionastrocasacarcerati
Foto di Roberto Fontana

Lo scorso mercoledì pomeriggio 11 marzo, il Sindaco Marco Troiano a tagliato il nastro inaugurale alla presenza dell’

Assessore alle Politiche Sociali Miriam Perego, del coordinaatore referente del progetto Paolo Piffer della Cooperativa Sociale Monza 2000, della Dirigente del Settore Servizi alla Persona Valeria Borgese e della Funzionaria della Sezione Servizi sociali Paola Erba.

Lo stabile, confiscato anni addietro, era già in possesso della Cooperativa Monza 2000, e la giunta di allora lo aveva destinato proprio a quei detenuti della Casa Circondariale di Monza, che godono di permesso premio o stanno scontando l’ultima fase di pena con graduale reinserimento nella società, e che presto verranno scarcerati.

E’ chiaro come questo percorso necessiti di una rete di supporto che accompagni il ritorno in comunità del detenuto, per il benessere della società accogliente e soprattutto affinché il percorso di riabilitazione iniziato con il periodo di reclusione, abbia davvero senso.

E’ da qui che nasce la necessità di gestire e fornire spazi di re-inclusione come quello dello stabile di Via Nazario Sauro, gestito da operatori professionali che si prenderanno cura del progetto per tutta la durata del tempo (massimo 12 mesi per ogni persona), e che fonda la sua riuscita sul sodalizio centrale con le Forze dell’ Ordine del territorio.

Dunque l’appartamento vedrà un continuo ricambio di inquilini, di modo che il progetto possa coinvolgere un numero sempre maggiore di persone, che verranno ogni volta selezionate tra quelle aventi diritti, in base a stretti criteri interni al carcere di provenienza, come l’impeccabile condotta durante la detenzione e un lungo percorso conoscitivo che inizierà all’interno della struttura e continuerà anche dopo la firma del “patto di buona convivenza“, che regolamenta la permanenza nello stabile e le regole interne ed esterne alla casa.

Oltre a Brugherio, sono molti altri gli alloggi dislocati sul territorio monzese e non solo, tutti inseriti nel rpgoetto che vede la collaborazione con l’Ambito territoriale di Monza-Brugherio e Villasanta.

casa carcerati02
Foto di Roberto Fontana così come la foto di copertina