RUGBY COLOGNO
L’ IRIDE NON RIESCE A SCROLLARSI DI DOSSO LA FASE NEGATIVA

Domenica, l’impegno casalingo con il RHO Rugby doveva essere l’occasione per tornare alla vittoria dopo i primi due incontri, ma non è stato così.
Coach Vinzani e Cammeliti hanno preparato la partita e schierato la squadra con i giocatori disponibili perchè, nonostante la sosta abbia permesso di recuperare qualche assenza, il numero di infortunati è sempre alto e questo incide sulle scelte di formazione e conseguentemente sul gioco espresso.
Una formazione con parecchi under 20, che comunque avevano già dato il loro contributo, non è comunque la giustificazione per la partita giocata e il risultato finale di 10 a 36 per il RHO.
La squadra ha commesso molti errori sia di piazzamento in campo che nelle giocate, e questo ha permesso alla squadra del RHO di approfittarne e mettere a segno, grazie a sbagli di Cologno, 3 delle 5 mete totali. L’Iride ha cercato di opporre la propria forza in mischia e nei momenti di controllo del gioco ha concretizzato due azioni con Pagnussat e Buttiglieri.
Per dovere di cronaca è necessario precisare che il RHO è una squadra molto ben organizzata che gioca molto la palla e ha approfittato della giornata negativa del Cologno per giocare la propria partita.
Nel Cologno da sottolineare la partita di Cammeliti, giudicato man of the macht per l’Iride, e la prestazione dell’intero reparto di mischia.
L’obiettivo stagionale, raggiunto, era la conferma nella categoria, e questo girone di promozione era, nelle intenzione di tutti, squadra, allenatori e società,sia l’occasione per fare esperienza, sia grazie all’inserimento dei giovani under 20, per “costruire” e “amalgamare” un blocco di giocatori su cui il prossimo hanno continuare nel progetto di crescita. 
I risultati fin qui ottenuti purtroppo non supportano questo “disegno“, una serie di fattori imprevisti quali le defezioni e gli infortuni stanno incidendo più del previsto. Ma il percorso continua, il prossimo impegno è la difficile trasferta a Mantova, squadra che ha dominato il girone della prima fase.
Sarà un incontro difficile soprattutto dopo questa sconfitta, che per come è maturata pesa più delle altre, ma sarà anche l’occasione per dimostrare che l’Iride è una squadra giovane ma in grado di essere arcigna e produrre un buon rugby.
IURI DEL BONO