MARTESANA
IL PROGRAMMA DEI FALO’ DI SANT’ANTONIO NELLE NOSTRE CITTA’

Quest’anno il 17 Gennaio cade di Sabato e come ogni anno Sant’Antonio porta con sé la sua festa, che anche nella nostra zona ha il sapore della tradizione. Le fiamme dei falò di tutta la Martesana si alzeranno alte per scaldare i corpi nella fredda serata invernale e bruciare i cattivi ricordi dell’anno appena concluso.

LE ORIGINI
Ma da dove trae origine questa festa e come era vissuta negli anni passati nella nostra zona?

Da queste parti Sant’Antonio Abate viene chiamato “Sant’Antonii del purscel”, in quanto da sempre considerato protettore degli animali domestici e dei contadini e solitamente rappresentato nell’iconografia insieme ad un maiale.
La tradizione di accendere un fuoco nel giorno dedicato al Santo risale ai tempi antichi, quando il fuoco era un elemento purificatore che, rendendo cenere vecchi oggetti e sterpaglie, segnava un momento di catarsi e di buon auspicio per il nuovo anno. Così festeggiavano le famiglie di contadini che si riunivano intorno alle cataste di legna a cantare e bere vino, affidando al Santo le proprie preghiere per una buona stagione.

I FESTEGGIAMENTI OGGI
Ancora oggi in tanti paesi viene celebrata questa ricorrenza organizzando falò più o meno ufficiali in piazze, cortili, campi e cascine. Anche se ormai la componente religiosa è andata quasi del tutto perduta, il giorno di Sant’Antonio resta un momento di gioioso raccoglimento delle comunità cittadine, che sanno riscoprire ogni anno una parte della nostra tradizione.

Quasi tutti i paesi della Martesana accenderanno i loro fuochi nella serata di Sabato 17.

Brugherio
Tra questi Brugherio, che grazie alla generosità degli alpini che offriranno vin brulè e al supermercato Sigma Santini che offrirà un piccolo aperitivo, raccoglierà i cittadini al parco Increa a partire dalle ore 21.oo. Sarà presente anche la Protezione Civile che insieme ai Carabinieri in congedo garantirà la sicurezza dell’area.

Bussero
Voce fuori dal coro Bussero, che a differenza degli altri paesi festeggerà con il falò alla cascina San Pietro il giorno 18 Gennaio. L’appuntamento è fissato per le 15.30 di Domenica, per la benedizione degli animali e l’accensione del fuoco.

Carugate
A Carugate la forza della tradizione si fa sentire particolarmente forte:ben tre saranno i fuochi accesi in città, tutti Sabato 17. Nel cortile dell’oratorio Don Bosco, dopo cena a buffet e momenti di animazione, l’accensione del falò di Sant’Antonio rappresenterà la festa finale delle celebrazioni per i 110 anni dell’oratorio.
Un secondo fuoco organizzato dall’associazione “Milleusi”, si accenderà in via Cesare battisti all’angolo con via Monte Rosa, e a partire dalle ore 20.30 proporrà ai carugatesi salamelle, dolci, vin brulè e the caldo per una serata di animazione e compagnia!
E infine, per i tradizionalisti amanti dell’atmosfera intima, in serata sarà acceso anche il falò di Sant’Antonio della Curt di Paisan, la corte di via Pio XI che si affaccia su Piazza Manzoni.

Cassina
A Cassina de’ Pecchi l’appuntamento è fissato per le ore 21.oo di Sabato 17, più precisamente nella frazione si Sant’Agata.

Cologno
A Cologno Monzese è stata la Pro Loco ad organizzare la serata.
Il punto di ritrovo sarà alla Pieve San Giuliano in piazza San Matteo. I colognesi sono invitati per le ore 20.00, accompagnati dai loro animali domestici per assistere alla tradizionale benedizione elargita dal parroco. Da qui poi partirà la processione accompagnata dalla banda musicale della città, che raggiungerà lo spazio aperto adiacente alla piscina comunale, dove sarà accesa la pira.

Gorgonzola
Anche a Gorgonzola la serata sarà organizzata dalla Pro Loco.
Il falò sarà acceso in via Piacenza alle ore 20.30. A tutti i cittadini che sceglieranno di condividere questo bel momento comunitario saranno offerti cioccolata calda e vin brulè.

Pessano
Alternativa la scelta senza falò di Pessano con Bornago: alle ore 21.00 in piazza Orsa Maggiore i cittadini lasceranno andare nel cielo delle mongolfiere luminose, che viaggiando nell’aria creeranno un romantica atmosfera di festa. A seguire, vin brulè e dolci per tutti.

Segrate
Per quanto riguarda Segrate diamo a tutti cittadini più curiosi solo un indizio: nei campi potrete trovare dei falò di Sant’Antonio come da tradizione… Vi auguriamo una buona caccia al tesoro!

Vimodrone
Anche a Vimodrone si terrà come ogni anno la benedizione degli animali organizzata dalla Pro Loco. Il ritrovo sarà alle 20.30 presso la Parrocchia Dio Trinità d’Amore in piazzale Pier Giorgio Frassati. Da qui ci si sposterà poi in corteo alla cascina Tre Fontanili, dove verrà acceso il falò organizzato dal Cai.

Sia per le celebrazione di Cologno che per quella di Vimodrone, gli organizzatori hanno ricordato che per una questione di sicurezza sarà necessario custodire gli animali domestici nel modo adeguato (guinzagli e gabbiette).

Ricordandovi che in occasione di Sant’Antonio spesso i falò sorgono piccoli e improvvisati per le vie e gli spazi aperti, vi consigliamo di curiosare un po’ in ogni angolo delle vostre città, alla ricerca dei fuochi più particolari di questa magica serata.