GORGONZOLA
CHIUSA SALA SCOMMESSE. STUCCHI: “LA LUDOPATIA E’ UNA PIAGA SOCIALE”

“Anche le forme di gioco d’azzardo lecito creano delle vere e proprie dipendenze nelle persone che ne fanno uso”.

Così, il sindaco di Gorgonzola Angelo Stucchi, ha commentato il sequestro da parte dei CC della sala scommesse Bet1128 di via Marconi. «La ludopatia – continua Stucchi- non è un vizio o un fenomeno economico transitorio, ma una vera e propria patologia che colpisce migliaia di persone».

In Lombardia
Secondo i dati raccolti nel 2013 dalla Lega Consumatori, infatti, sono 14 i miliardi spesi per giochi d’azzardo in Lombardia, 1.500.000 le persone coinvolte in vario grado nelle dipendenze da gioco, e 25.000 quelle affette da ludopatia.

Politiche Regionali
Il sindaco però, si è detto fiducioso riguardo le politiche adottate dal Consiglio Regionale nel campo del gioco d’azzardo:
“Con la legge n°8 dell’Ottobre 2013 si è cercato di dare risposta soprattutto alle richieste arrivate dalle famiglie dei ludopatici e dagli amministratori comunali che spesso si trovano a lottare contro questo fenomeno con pochi strumenti legislativi chiari e puntuali: le ordinanze comunali vengono impugnate e il TAR dà torto agli stessi Comuni – prosegue Stucchi che inoltre aggiunge – La regolamentazione del gioco, con l’attribuzione delle relative licenze, non è infatti una competenza specifica della Regione, ma delle questure. Se è vero che non basta solo indicare un gioco lecito o non lecito, ma contenere l’insorgere della ludopatia che si sta rivelando una piaga sociale. Per questo servirebbe un’autorizzazione di carattere amministrativo, rilasciata dalla Regione o dai Comuni, perché si possa aprire un locale».

Due incontri a Febbraio a Gorgonzola
Il primo cittadino ha infine sottolineato quanto l’Amministrazione stessa ha fatto e farà per contrastare questo vero e proprio danno sociale: dopo aver invitato tutti gli esercenti e i gestori delle sale da gioco a esporre il cartello che certifichi la frequenza obbligatoria per legge ai seminari formativi sulle ludopatie, il Centro Intergenerazionale di Gorgonzola, alle 20.45 di venerdì 13 e 20 febbraio, ospiterà due incontri di sensibilizzazione sul gioco d’azzardo illustrando che cos’è e quando diventa malattia e come prevenire e curare le ludopatie.

Un impegno costante quindi per contrastare un fenomeno tutt’altro che trascurabile.

MATTEO OCCHIPINTI