PIOLTELLO
LA VIDEOSORVEGLIANZA DI PARTE DEL PAESE E’ TARGATA 3M

Conosciamo bene il rilievo che l’Amministrazione pioltellese dà ad un tema importante come la sicurezza cittadina.
L’ultima novità arriva dalla sinergia tra pubblico e privato: il sistema di video sorveglianza della 3M, azienda di importanza globale presente sul territorio, sarà messo a disposizione della polizia locale per monitorare la zona.

I dati registrati proverranno da quattro postazioni con diversi punti video e ponti radio che copriranno oltre al perimetro dell’azienda, anche l’area dei parcheggi, l’ingresso del quartiere Malaspina e buona parte del parco della Besozza. Questi saranno analizzati e gestiti dalle forze dell’ordine, che grazie a questo sistema avranno a disposizione un’ottima banca dati 24 ore su 24.

È certamente un’importante collaborazione, motivo d’orgoglio per Pioltello e in particolare per il Sindaco e per l’Assessore alla sicurezza Giuseppe Bellantoni. “Siamo molto fieri di avere sul territorio realtà importanti come la 3M – ha dichiarato Cristina CarrerGrazie ad un rapporto di fiducia e collaborazione, con questa operazione abbiamo coniugato l’interesse di due soggetti, pubblico e privato: le telecamere sorveglieranno sia il perimetro aziendale che il territorio circostante. Questo dimostra che si possono generare importanti sinergie, con vantaggi reciproci, che possono portare alla realizzazione di progetti di interesse comune”.

La 3M, azienda multinazionale statunitense, è presente in Italia da più di 50 anni e conta circa 400 impiegati a Pioltello. “Questa operazione di collaborazione con l’Amministrazione locale – ha dichiarato il dr Maurizio Botta, Amministratore Delegato di 3M Italiaci fa particolarmente piacere perché 3M ha tra i suoi principi il concetto di ‘buona cittadinanza’ attiva e propositiva nei Paesi e sui territori di presenza delle proprie sedi e siti produttivi, in coerenza con le scelte di sostenibilità a 360 gradi che la corporation fa e attua costantemente su tutta la linea: dai prodotti, alla tecnologia, all’ambiente, all’economia e al sociale”.