COLOGNO
IL PRESEPE DE “L’ ARCOBALENO”, DA 14 ANNI UNA PICCOLA OPERA D’ARTE

Sono ormai 14 anni che il signor Antonio Marelli segue gli ospiti de “l’Arcobaleno Onlus“, nella realizzazione di un Presepe natalizio che ogni anno è diventato sempre più completo e dettagliato.

Dal 2000, la meticolosa realizzazione dell’opera, con creta, rocce e legno, è uno degli eventi più attesi dai ragazzi diversamente abili che frequentano la struttura, 15 tra uomini e donne, che anche stavolta hanno disegnato, realizzato e pirografato statuine e tegole dei tetti.

L’Arcobaleno è stata fondata nel dicembre del 1998 come S.F.A., Servizio di Formazione all’Autonomia, che subito ha operato in convenzione con il Comune di Cologno  -ha spiegato Tiziana Beretta, responsabile dell’associazioneLa finalità di questo servizio che dispone di una qualificata equipe educativa oltre ad una base di volontari, è lo sviluppo di abilità e autonomie personali e relazionali, tese all’integrazione sociale della persona disabile“.

Per raggiungere questo obiettivo, tante sono le attività organizzate che tengono conto delle peculiarità di ciascun ospite: dall’ orto-giardino al laboratorio di informatica in biblioteca; dalla piscina alla ginnastica sino all’equitazione, passando per l’arteterapia e il teatro, solo per citarne alcuni.
Tra queste iniziative, segnaliamo anche la costituzione di una piccola redazione interna alla struttura, che da ormai tre anni realizza un giornalino: “I curiosissimi dell’ Arcobaleno“, di cui vi daremo assaggio prima di Natale pubblicando il numero di quest’anno.

Lavorare al Presepe dunque, si inserisce esattamente nel quadro di tutte queste esperienze, e il risultato è davvero notevole.
L’opera, esposta all’interno della sede della Onlus, in Via Neruda 7, ora come ora si è arricchita di un’infinità di dettagli che catturano l’attenzione.
Vi è un mulino con tanto di macina collegata ad una ruota mossa davvero da un corso d’acqua, e poi troviamo un piccolo fiume, un laghetto, fontane e veri zampilli d’acqua. Il tocco realistico per eccellenza, è il campanile di una chiesa, che rintocca le note dell’ Ave Maria di Lourdes.

L’atmosfera natalizia dunque è servita dai ragazzi ospiti dell’ Arcobaleno, che sono l’ennesima riprova di quanto le diverse abilità, siano solo sinonimo di diverse ricchezze.

presepe04pano