CARUGATE
PDL CONTRO I NUOVI LIMITI DI VELOCITA’. GRAVINA: LA VIABILITA’ E’ PIU’ SICURA

Botta e risposta tra Giambitto (PDL) e il sindaco Gravina, sui nuovi limiti di velocità imposti alle principali arterie cittadine come via Guido Rossa, via Don Minzoni, via del Ginestrino solo per citarne alcune.

In un comunicato stampa il capogruppo del PDL in consiglio comunale, Antonio Giambitto, ha duramente contestato i nuovi limiti che abbassano il limite di velocità a 30km/h.
Pensavamo che in questi anni l’Amministrazione di Sinistra, dopo i pasticci di Via Guido Rossa, il Rotondosso, l’incrocio di via Roma, gli spartitraffico di via Mirabello, avesse dato il meglio di sé: invece in fatto di viabilità non finiscono mai di stupirci – scrive nel comunicato – Sono, di fatto, interessate tutte le principali strade di Carugate; in pratica tutto l’anello di circolazione esterno che dovrebbe premette uno scorrimento veloce e un deflusso rapido dal territorio comunale”.

Il comune fa sapere che le zone in cui i nuovi limiti sono stati applicati sono state individuate tra quelle di maggior traffico e, tenendo conto delle segnalazioni ricevute dall’amministrazione da parte dei cittadini: “L’obiettivo è inoltre quello di tutelare gli altri utenti della strada, come per esempio i pedoni e i ciclisti, in tutte quelle strade che non dispongono di piste ciclabili e adeguati attraversamenti pedonali così come approvato da una delibera europea”.

Anche su questo però il PDL non è d’accordo: “La maggioranza delle strade con i nuovi limiti di 30 km/h, sono state fatte o rifatte negli ultimi anni proprio dall’amministrazione di Sinistra, che ha realizzato le cose più assurde ma non ha mai progettato e costruito validi sistemi di sicurezza per i cittadini – continua Giambitto nel comunicato – Il picco massimo di assurdità è l’incrocio di via Adamello, dove su strada nuova con doppia pista ciclabile e spartitraffico, che quindi dovrebbe essere “abbastanza sicura”, hanno messo il limite dei 30km/h”.

Dal canto suo il Sindaco ha affermato che “le critiche dell’opposizione lasciano un po’ il tempo che trovano” e che “il buon senso e una corretta educazione civica, insieme ai nuovi limiti, renderanno più sicura la viabilità“.

Forse i nuovi limiti imposti daranno i loro frutti, ma di certo le polemiche non sembrano voler rallentare.

MATTEO OCCHIPINTI