RUGBY CERNUSCO
BATOSTA E SCONFITTA PER IL “CE” CONTRO LA CAPOLISTA VARESE

Altra pesante sconfitta per il Rugby Cernusco che sul campo di casa perde 15-35 contro la capolista Rugby Varese.
Il ritmo imposto dagli ospiti è molto serrato sin dai primi minuti di gioco e la superiorità degli avanti bianco-rossi è palese già dalla prima mischia ordinata.
Nonostante il netto predominio di Varese nelle fasi statiche, il CE riesce ad organizzare una buona difesa conquistando talvolta palloni importanti grazie ad un buon gioco in ruck, e per quasi 30 minuti il risultato rimane pressochè invariato.
Dopo una mezzora giocata a quel livello, è normale che la stanchezza prenda il sopravvento, e Varese approfitta di un momento di scarsa lucidità del CE per affondare il colpo “carrettando” i malcapitati avanti grigio-amaranto all’interno della propria area di meta. Il primo tempo si conclude sul 13-3 ma il CE ha ancora la sua carta da giocare. Sebbene il pacchetto di mischia cernusche non sia molto performante, i tre quarti sono dotati di buona tecnica e visione di gioco, e per mettere in difficoltà gli avversari basta far arrivare la palla al largo, dove c’è Rescigno, che con una sua solita penetrazione apre la strada per il veterano Lamquet che con grande esperienza deposita l’ovale in meta fissando lo score sul 16-10.
Grazie al piede di Marinelli il CE accorcia maggiormente le distanze e l’idea di ribaltare la partita diventa sempre più concreta, ma la fatica si fa sentire e gli errori incominciano a diventare troppi (soprattutto in touche). A questo punto Varese punta tutto sulla sua arma migliore, e con la palla al sicuro tra le potenti braccia dei propri avanti, per altre tre volte varca la linea di meta cernuschese.
E’ vero, abbiamo perso e fa male -ha affermato l’ex terza linea Petrettama abbiamo giocato una buona partita in difesa e abbiamo dimostrato di essere molto pericolosi sul gioco aperto. Da fuori si nota che ancora manca qualcosa in fase ordinata e in touche, ma io la in mezzo ci ho giocato per anni e so benissimo che non è facile per un giovane capire subito tutti i meccanismi di una mischia. C’è ancora molto tempo per migliorare e la strada è quella giusta”
Ora sotto con gli allenamenti e testa già alla prossima partita contro Rho!
GIUSEPPE COPPOLA