PIOLTELLO
IL PROGETTO MARTINA ENTRA NELLE SCUOLE PER UNA SERIA INFORMAZIONE SUI TUMORI

I giovani siano accuratamente informati ed educati ad aver maggior cura della propria salute e maggior attenzione al proprio corpo; certe malattie sono rare nei giovani, ma purtroppo proprio nei giovani hanno conseguenze molto pesanti”.

Il progetto Martina nasce da queste parole, dal desiderio di una giovane ragazza, che prima di morire di Cancro al seno, ha lasciato questo messaggio nel suo testamento.

Lo scorso sabato 8 novembre, all’istituto tecnico commerciale “Schiappareli-Gramsci” di Pioltello, si sono tenute le lezioni del progetto Martina, progetto nazionale dei Lions Club, l’associazione umanitaria fondata nel 1917, per informare gli studenti delle scuole superiori sullo stile di vita da mantenere per evitare i tumori.

Il progetto nasce da un’intuizione nel 2000, grazie al Professor Cosimo di Maggio, Ordinario di Radiologia all’Università di Padova e membro dei Lions. Egli  ha colto il desiderio di Martina,  e con una squadra di medici volontari Lionisti, ha istituito il progetto a livello locale.

Questa iniziativa meritava di essere allargata a tutto il territorio nazionale, e nel 2006 è stato istituito ufficialmente il Progetto Martina. Nel giro di pochi anni, sono stati informati sulla prevenzione oltre 400.000 studenti. Si tratta di 1000 istituti coinvolti, in cui gli studenti del triennio ricevono documenti e immagini per informarli sul male del secolo, il tumore.

L‘informazione è centrale come detto, soprattutto quella legata alla diagnosi tempestiva, al come difendersi e come poter sconfiggere il tumore, sino alla necessità di impegnarsi in prima persona.
Ma il Progetto Martina si propone inoltre di dare conforto e tranquillità nel caso si debba affrontare la malattia.

Per fare tutto questo, l’organizzazione del progetto prevede incontri informativi con studenti, insegnanti e genitori, proposta di questionari e verifica dei dati ottenuti.

I Lions hanno coinvolto nella realizzazione del progetto numerose strutture associative di ambito medico e non, tra queste la FNISM, la Federazione Nazionale Degli Insegnanti, e un’associazione di genitori.

Durante le lezioni del progetto dello scorso 8 novembre, Il presidente del Lions Club di Cernusco, Luciano Martinelli (nella foto di copertina accosciato) ha illustrato le varie attività che i Club Lions, con loro 1.300.000 volontari, svolgono nel sociale in ambito internazionale, nazionale e locale. Oltre al Presidente, era presente la Dott. Marta Piantanida (nella foto di copertina al centro), che ha tenuto le lezioni a oltre 50 ragazzi delle classi seconde. Alle lezioni hanno partecipato anche i giovani LEO della Martesana,guidati da Manlio Martinelli (nella foto di copertina il primo da destra).

In conclusione, i giovani protagonisti delle lezioni si sono dimostrati davvero coinvolti e interessati, sottolineando la rilevanza degli argomenti trattati, il valore di queste lezioni, e l’intenzione di comunicare queste proposte a più coetanei possibili.

In Italia la stima che delinea questo 2014, è che saranno diagnosticati quasi 366.000 nuovi casi di tumore maligno quindi, approssimativamente 1000 al giorno, di cui circa 196.000 (54%) negli uomini e circa 169.000 (46%) nelle donne.

E’ un’emergenza dunque, e la sensibilizzazione e l’informazione partendo dai giovani, è un buon modo per affrontarla subito.

GABRIELE ROSSI