PILOTATO
DA NOVEMBRE AL 24 MAGGIO, UNA RASSEGNA DEDICATA ALLA PRIMA GUERRA MONDIALE

È stata inaugurata sabato 8 novembre la mostra fotografica Il Piave mormorò…La Grande Guerra”, iniziativa ideata e prodotta da Fondazione Cariplo in occasione del Centenario della Prima Guerra Mondiale.

La Mostra è composta da oltre venti pannelli con cui, attraverso fotografie, didascalie e immagini inedite provenienti dagli archivi più importanti d’Europa, si ripercorrono i momenti storici più significati della 1° Guerra Mondiale.

L’iniziativa sarà ospitata presso la Biblioteca Manzoni sino al 21 novembre, e poi ancora  e dal 9 al 21 marzo 2015, mentre nel periodo intermedio dal 16 dicembre al 7 marzo,si farà itinerante per le scuole del territorio.

Scopo della rassegna, come sottolineato dal sindaco Cristina Carrer, è lasciare un messaggio alle generazioni future.
Le foto, le testimonianze private, i diari, gli epistolari, sono la voce di persone comuni diventati i protagonisti di quegli anni. Protagonisti e storie che vanno non solo onorati nella memoria, ma ricordati nella narrazione di un’epoca -ha spiegato il primo cittadino- E’ necessario recuperare le nostre radici, quelle del nostro Paese, della nostra storia, perché siano parte di noi. Ricordare il passato significa dare valore al presente e guardare al futuro. Vogliamo tenere viva la memoria per costruire un sentiero culturale che ci porti ad essere persone e cittadini più consapevoli, orgogliosi della nostra storia e del nostro Paese”,

Una riflessione sul contesto e sugli episodi cruciali della 1° Guerra Mondiale e sul dolore che causò. Un modo per rileggere quelle vicende facendone tesoro per capire quanto il coraggio e l’entusiasmo verso un futuro migliore siano valori fondamentali per ripartire, anche nella società contemporanea, non priva di disagi sociali e forti criticità.

Le proposte culturali pensate da qui al 24 maggio, quindi, avranno sicuramente l’obiettivo di ripercorrere i fatti storici avvenuti tra il 1914 e il 1918 attraverso molteplici linguaggi culturali, artistici, storici e visivi, ma avranno soprattutto il compito di plasmare in senso positivo le nuove generazioni.

All’interno della rassegna sono previsti anche altri appuntamenti di rilievo tra i quali segnaliamo lo spettacolo teatrale L’albero storto a cura dell’Associazione Culturale Teatro d’ Oltreconfine, in programma il 28 novembre in sala consiliare.

La Grande Guerra, splendido film del grande regista italiano Mario Monicelli, sarà un altro atteso evento, insieme alla presentazione del libro di Andrea Molesini, Non tutti i bastardi sono di Vienna, premio Campiello 2011.

Tra gli altri appuntamenti a calendario, la conferenza con cortometraggi “Sui ponti di Sarajevo“, la presentazione del libro “La guerra dei nostri nonni” di Aldo Cazzullo e il concerto musicale Coro degli Alpini.

Per ulteriori informazioni sui singoli eventi è possibile consultare il sito internet del Comune di Pioltello, o rivolgersi direttamente all’ Ufficio Cultura.