CERNUSCO
LA CROCE BIANCA DONA UN DEFIBRILLATORE AL COMUNE: “SALVERA’ VITE”.

Regalare un defibrillatore all’amministrazione, di modo che possa essere posizionato in Comune e utilizzato in caso di bisogno,
è uno di quei piccoli gesti che al momento ottengono meno attenzione di quella che meriterebbero.

E sì, perché il piccolo grande gesto della Croce Bianca di Cernusco, ufficializzato mercoledì 12 novembre in Sala Consiliare, consentirà se ce ne fosse mai il caso, di poter soccorrere e aumentare le possibilità di sopravvivenza, di chi sfortunatamente si trovasse colpito da arresto cardiaco. Ma non solo, la sezione cernuschese della Croce Bianca Milano Onlus, provvederà anche ai corsi di formazione per i dipendenti di Villa Greppi, e sempre a titolo gratuito.

Ogni anno, infatti, in Italia oltre 60mila persone all’anno vengono colpite da arresto cardiaco con una media giornaliera di 164 persone pari a 1 ogni 1000 abitanti l’anno. -ha dichiarato Paolo Calzavacca, presidente pro-tempore della sez. di Cernusco della Croce Bianca Milano- L’utilizzo del defibrillatore prima dell’arrivo dell’ambulanza aumenta le possibilità di sopravvivenza della vittima di due/tre volte rispetto ai casi in cui non viene usato. Per questa ragione abbiamo deciso di donarne uno al Comune”.

Concretamente, il dono consiste in un defibrillatore HS1 semiautomatico esterno (DAE) con indicazioni vocali, che la Croce Bianca di Cernusco ha ricevuto dalla Philips in rete con Iredeem, all’interno della campagna di sensibilizzazione per l’utilizzo di questi strumenti

Il gesto dell’associazione di volontariato, è perfettamente in linea con quello che è il pensiero e il percorso che la muove ormai da anni: “Croce Bianca Milano ONLUS è in prima linea nella divulgazione più ampia possibile delle manovre salvavita di rianimazione cardiopolmonare -ha spiegato il Presidente CalzavaccaLa sezione di Cernusco sul Naviglio si è contraddistinta nella promozione delle informazioni su manovre di rianimazione negli adulti e in età pediatrica e anche di prevenzione e pronto riconoscimento di incidenti cerebrovascolari e cardiaci”.

In quest’ottica si inserisce il dono del defibrillatore al Comune e l’attivazione gratuita di corsi specifici per l’utilizzo di questo strumento che, come detto, è in grado davvero di salvare la vita.

Ringrazio la Croce Bianca e anche la Philips per l’importante dono che hanno deciso di farci. Ovviamente speriamo di non doverlo mai usare -ha detto il Primo cittadino Eugenio Comincini– Quello che oggi ci è stato donato non è il primo defibrillatore presente a Cernusco: già in passato altri sono stati regalati, per esempio, ai centri sportivi. E’ il segno che finalmente l’opinione pubblica si sta sensibilizzando su questo tema è sull’importanza di interventi tempestivi salvavita”.

DAE comune