BUSSERO
CONFERENZE IN DIALETTO MILANESE, SOTTO PRECISO INVITO DELL’ UNESCO

I dialetti e le parlate locali, sono veri e propri patrimoni storici al di là di ogni campanilismo politico.
La parlata dialettale è colorata di termini ed espressioni che contengono indicazioni precise sulla vita e i trascorsi di intere regioni, che conservano tradizioni e peculiarità di città e intere generazioni.

Per questo, rispondendo ad un preciso invito dell’ UNESCO a salvaguardare, tutelare e promuovere le lingue locali sul proprio territorio, il Comune di Bussero e la Commissione della Biblioteca Comunale, presentano un ciclo di conferenze del martedì, interamente in lingua dialettale lombarda, e incentrate sui temi più diversi, esclusi politica e religione.

Domani 25 novembre, è la volta di “i sits arqeolojeg ind l’ Est Milanes“, serata che per chi non avesse compreso, è incentrata sui siti archeologici dell’est milanese, quindi proprio della nostra zona. L’incontro, che si svolgerà alle 21.00 nell’auditorium della biblioteca in Via Gotifredo da Bussero, sarà condotto da Silvano Pirotta, Presidente dei Gruppi Archeologici dell’ Est Milano.

Va detto che, come il dialetto Napoletano ha ricevuto lo status di vera e propria lingua da parte dell’ UNESCO, la lingua locale lombarda è catalogata con il numero 639-3Lmo tra le lingue in via d’estinzione, e per questo così importante da preservare, tramandare e conservare. Se volete, potete dare un’occhiata all’interessante atlante delle lingue in via d’estinzione dell’ UNESCO (cliccare qui).

L’idea, pubblicizzata da locandine completamente in milanese dalla prima all’ultima parola (che vi invitiamo a leggere per curiosità qui), è venuta a Simona Scuri, studiosa di lingue locali e membro del “Coordinamento Lombardia Comitato Salvaguardia Patrimoni Linguistici“, il cui intento è prettamente culturale da ogni punto di vista lo si analizzi, partendo proprio da quello indicato dal’ UNESCO.

Gli incontri proseguiranno, dopo questo di domani, a gennaio, febbraio, marzo e maggio del 2015 ogni ultimo martedì del mese, e per i primi mesi dell’anno, i relatori saranno dei giovanissimi ragazzi, che terranno le serate interamente in dialetto.

Per informazioni è possibile scrivere una mail a: calcatrapola@gmail.com