RUGBY
L’IRIDE C’E’, MA SOLO PER UN TEMPO. E’ SCONFITTA CONTRO IL GRANDE BRIANZA

Si è conclusa con una sconfitta per 24 a 15 contro il Grande Brianza,
la seconda partita di questo inizio di stagione dell’Iride Cologno nel campionato di Serie C.

Nonostante sia solo il secondo match, l’Iride ha già una lista di infortunati piuttosto nutrita. Non è certo una giustificazione ma un ulteriore aspetto che il coach Vinzani deve gestire per la definizione del 15 titolare e delle riserve, che hanno dato vita ad un match combattuto.

Il Grande Brianza Rugby si porta subito in vantaggio, sfruttando una touche a proprio favore agevolata da una amnesia generale dell’Iride; meta cui segue la trasformazione da calcio piazzato.
Non passano 10 minuti e il Cologno si porta in parità grazie ad una pregevole azione del proprio estremo Pagnussat, che con una corsa di 30 metri taglia la linea dei ¾ avversari e segna con un plastico tuffo in mezzo.

Sembra che la gara sia di nuovo sui binari corretti grazie alla grinta che contraddistingue il 15 colognese. Ma col passare dei minuti le buone impressioni vengono vanificate da errori che portano il Grande Rugby avanti con la realizzazione di altre due mete, una tecnica, una scaturita da un intercetto e successivo contropiede da cui si generano due mischie ordinate
A complicare le cose arriva una terza meta per gli avversari e un successivo giallo per Sodano. L’inferiorità viene subito sfruttata dal Grande Brianza che realizza, ma non trasforma il successivo piazzato.

Nell’intervallo i coach Vinzani e Cammeliti, “registrano” i ragazzi e nel secondo tempo si vedono azioni pregevoli da parte dei ¾ e una azione più ordinata della mischia. L’Iride si gioca il match in modo più equilibrato, riuscendo ad imporre maggiormente il proprio gioco e realizzando la sua seconda meta con Sorriente, che si “traveste” da ala e sfrutta una buona trasmissione di palla da parte dei ¾.

Nel momento di massima pressione, Cologno subisce la quarta meta non trasformata dal Grande Brianza. Non cala però l’impegno che la porta a guadagnare una punizione poi trasformata da Ingannamorte. Nelle fasi finali, causa stanchezza e nervosismo, vengono ammoniti sia Ingannamorte che Di Leo.

Il coach Vinzani ha commentato così: “Un primo tempo da dimenticare, sono convinto che i ragazzi abbiano capito come sia importante avere da subito l’approccio giusto, sicuramente quello mentale, perché non possiamo permetterci di regalare 2 mete agli avversari prima di “entrare” in partita. Comunque sono moderatamente soddisfatto per quanto espresso nel secondo tempo, in cui abbiamo cercato di giocare e imporci attaccando in modo corale e non con azioni dei singoli, dettando noi il ritmo della partita. Dobbiamo ripartire da questo secondo tempo per dare continuità e concretizzare il lavoro svolto in settimana”.

Appuntamento a domenica prossima in V.le Campagna, 50 a Cologno Monzese per Iride Cologno vs Vallecamonica, partita che si preannuncia spettacolare e combattutissima.

IURI DEL BONO