COLOGNO
LA SPINTA DI POERIO A MINA FACCHI E’ RIPRESA IN UN VIDEO. E’ CAOS

“Abbiamo avuto modo di osservare esterrefatti il video apparso in rete che documenta, al di là di ogni possibile dubbio, l’aggressione subita da una cittadina da parte di un consigliere comunale del nostro partito”.

Inizia così il Comunicato dello schieramento degli Ecologisti del Partito Democratico, apparso sulla pagina Facebook del “Circolo Amici del PD di Cologno” (clicca qui).

Il video di cui si parla, è stato reso pubblico dal Movimento 5 stelle di Cologno sul proprio canale You Tube (guarda qui da 0.11 secondi). Il Consigliere in questione è Vincenzo Poerio, e la signora è Mina Facchi, che ha ricevuto uno spintone dallo stesso mentre teneva in mano il cellulare e tentava di scattare una foto durante un’accesa discussione (in copertina il frame della collutazione tratto dal video del M5S). Nell’incontro di quella sera in aula consigliare, si stava dibattendo della vicenda Econord, e nel dettaglio “si stava tenendo una seduta di Commissione Aperta sulla vicenda degli operai che timbravano a Cologno e si recavano a lavorare a Rho”, come ha raccontato la stessa Mina Facchi.

Risultato: il cellulare vola dalla mano della signora, che per lo strattone rimedia un trauma distorsivo alla spalla destra e resta per diversi giorni con un vistoso tutore al braccio. Ma oltre alle conseguenze cliniche, ci sono quelle ben più gravi sul piano sociale e politico.

Rabbia dei cittadini, inasprimento e quasi guerra aperta ormai tra l’amministrazione e la famiglia Facchi, ogni tipo di dissenso dai diversi comitati impegnati negli ultimi tempi in svariate battaglie cittadine, e ora arriva un secco distanziamento della corrente del Partito Democratico Colognese degli Ecologisti Democratici, che nel loro comunicato apparso sul web rincara la dose: “In mancanza di un comunicato del capogruppo del Partito Democratico, dei segretari di circolo del Partito Democratico e del sindaco, vogliamo esprimere il nostro rammarico per l’occasione da loro persa, può succedere a tutti di sbagliare o di essere travolti dalla foga, l’importante è saper chiedere scusa, e vogliamo che arrivi tutta la nostra solidarietà alla signora che è stata vittima di questa proditoria aggressione”

Nel frattempo le tensioni in paese non si placano, e il dibattito pubblico sta raggiungendo livelli raramente toccati nel recente passato.
Pochi giorni fa una delegazione di cittadini del Comitato Tigli di Viale Emilia, ha manifestato sotto casa del Sindaco Soldano con lumini e cori contro l’abbattimento dei filare dia liberi. Il Primo cittadino da parte sua ha replicato dicendo di voler perseguire i fratelli Facchi, Giulio, Ilde e Mina, tra i manifestanti quella sera con il comitato, per stalking.

Ricordiamo che i tre fratelli Facchi, sono parte del Comitato per salvare i Tigli, ma non solo, sono coloro che hanno resa nota la vicenda Econord (leggi qui) e in modo particolare Ilde, è colei che aveva con le sue dichiarazioni, aperto orizzonti per le indagini che hanno visto l’arresto dell’ex Vicesindaco Cantalupo e dell’ex Assessore Diaco (leggi qui)

Auspichiamo che la violenza, insieme alla diffamazione troppo spesso usata come arma politica, escano dalla scena politica di Cologno Monzese e ci impegniamo a proseguire il lavoro da tempo intrapreso in questa direzione”. Così termina il Comunicato firmato Eco.Dem di Cologno Monzese, ma nel frattempo la denuncia a carico del Consigliere Poerio è già partita, e ora sarà la giustizia, servendosi anche del video pubblicato dal Movimento 5 Stelle di Cologno, a giudicare i fatti.