CARUGATE
DA BENE ESPROPRIATO ALLA MAFIA, A LUOGO PER I PIU’ DEBOLI

Abbiamo recentemente parlato di mafie nelle nostre zone (leggi qui), e di conseguenza anche di beni espropriati alle cosche criminali.

Ieri sera 12 agosto, la giunta di Carugate, ha deliberato a proposito un atto di indirizzo riguardo l’interesse dalll’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata.
Nel dettaglio, l’agenzia ha individuato come bene confiscato, e poi segnato al primo cittadino Umberto Gravina, un appartamento in Via Clemente Alberti civico 3, che l’amministrazione ha già pensato a come poter riconvertire mettendolo a servizio della città e delle fasce più deboli.
Il nostro intento è di avviare percorsi di autonomia per disabili sostenendo contemporaneamente  le loro famiglie -ha dichiarato il sindaco Gravinaper questo pensiamo di avvalerci per la realizzazione di questo progetto, della collaborazione del terzo settore presente sul nostro territorio, stipulando appositi protocolli di intesa“.