GORGONZOLA
IL SINDACO IN PRIMA LINEA PER ACCOGLIERE I PROFUGHI: “CI ASSUMIAMO DELLE RESPONSABILITA’ “

Continuano a rincorrersi le tragiche notizie di nuovi sbarchi sulle coste meridionali del nostro Paese.
E con esse sono partite anche le mobilitazioni in tutta Italia per accogliere in modo dignitoso i profughi provenienti da posti lontani, in cerca di una vita migliore.

In questa situazione la Martesana non è restata a guardare.
Infatti Gorgonzola da Lunedì 1 Luglio ospita 3 profughi provenienti dal Gambia, temporaneamente accolti presso il Bar Pizzeria l’Aragosta in attesa del trasferimento presso una struttura di emergenza umanitaria della Caritas.

Il Sindaco del paese, Angelo Stucchi, li ha incontrati, e ha voluto condividere una riflessione importante sulla situazione di emergenza a cui stiamo assistendo. “Nel Mediterraneo nonostante i nostri sforzi si continua a morire ha detto il primo cittadinoVa superata l’indifferenza dell’Europa, vanno adottate misure necessarie a porre fine alle stragi. Non possiamo giocare con la vita di migliaia di donne, uomini e bambini. Non si può restare fermi di fronte alle tragedie annunciate, soprattutto quando a poche miglia del confine d’Europa le condizioni politiche costringono alla fuga.

Già nel pomeriggio di Martedì la Protezione Civile di Gorgonzola si è attivata collaborando al trasferimento di 28 profughi arrivati all’aeroporto di Malpensa, prontamente accompagnati ad una struttura nella Provincia di Lodi.

Gorgonzola, anche sei in un ruolo di secondo piano– ha concluso il sindaco Stucchiha scelto di assumersi le sue responsabilità mettendosi a disposizione delle Istituzioni affinché si metta fine ad una ferita nella storia della civiltà europea e del Mediterraneo”.

SARA MOLTENI