BRUGHERIO
CONCERTO: COSA “LA MUSICA PUO’ FARE” PER AIUTARE PALESTINA E ISRAELE

Quando avevano organizzato la loro serata a Brugherio,
i Qut, musicisti marchigiani, non avevano calcolato quanto sarebbe successo e quanto sta ancora accadendo in queste ore nella striscia di Gaza.

Il gruppo, originario di Ancona, sta portando in giro un tour molto particolare, legato ad un progetto di solidarietà che cerca di costruire pratiche di vita mirate al rispetto e alla condivisione tra popoli ed essere umani. Proprio all’interno di questo percorso “Fair Trade Fair Peace“, rientrano le iniziative a sostegno dei civili palestinesi e israeliani che si trovano ai margini delle scelte politiche e degli atti di guerra, ma che ne subiscono le conseguenze. L’israeliana Syndianna e la palestinese BFTA (Bethlehem Fair Trade Artisans), sono le organizzazioni beneficiarie del progetto, e proprio di recente gli artisti marchigiani sono stati in Palestina ad incontrare i protagonisti di Fair Trade Fair Peace.

Per questo, domani 23 luglio all’area feste di Via Aldo Moro alle 21.30, i Qut suoneranno live.
Il concerto, oltre allo scopo nobile che si propone all’interno dell’idea “La Musica Può Fare”, sarà tutto una sequela di spunti di riflessioni attraverso le canzoni in particolare della PFM, ma non solo.

L’unica soluzione ai conflitti è il cercare di ricostruire dal basso relazioni di pace tra le persone -scrivono i Qut nel loro invito- Con la nostra musica, in realtà presa in prestito dalla PFM e da altri grandi artisti cari alla nostra generazione, vogliamo fornire una colonna sonora a chi crede in questi percorsi”.