AMPLIAMENTO CAROSELLO – CARUGATE
UN CITTADINO LANCIA UNA PETIZIONE. PRO CARUGATE ALZA IL TIRO DELLE CRITICHE

L’ampliamento del Centro Commerciale Carosello continua a far parlare di sé.
Mentre a Cernusco il consigliere Gargantini si schiera in difesa del Parco degli Aironi (leggi qui), a Carugate è un cittadino comune ad attivarsi concretamente contro l’ampliamento.

LA PETIZIONE
In seguito al partecipassimo consiglio comunale aperto di due settimane fa (clicca qui), Ugo Genchi, un privato cittadino non schierato politicamente, ha lanciato una petizione online (clicca qui per sottoscrivere) che chiede al sindaco Umberto Gravina di rinviare la decisione circa l’ampliamento del Centro Commerciale Carosello.

La petizione ha un tono cortese, lontano strilli e opposizioni da barricata.
Ugo Genchi è molto conosciuto in città poiché è stato per oltre trent’anni lo storico bibliotecario di Carugate. Recentemente ha fondato con altri concittadini, il comitato “Amici dell’Acquedotto”, un’associazione che in passato ha lottato e ottenuto il salvataggio della torre piezometrica della città, e che ora continua a fare “massa critica” su questioni riguardanti la tutela del territorio carugatese.

Tra le motivazioni della petizione, che chiede di rimandare il voto sul via libera ai lavori, si legge:
Perché i cittadini non sono adeguatamente informati su una scelta che avrà un forte impatto sul traffico e sulla qualità della vita sul nostro territorio. Informare, partecipare, decidere consapevolmente sono momenti insostituibili nell’esercizio della democrazia.”

PRO CARUGATE
I cittadini firmatari della petizione non sono gli unici a richiedere un maggiore approfondimento prima di esprimersi:
Se l’obiettivo del consiglio era quello di presentare eventuali paletti da mettere nell’accordo, paletti che servirebbero ai Comuni per ragionare sulle compensazioni derivanti dall’ampliamento -ha dichiarato la lista Civica ProCarugate in un comunicato- sarebbe stato opportuno presentare meglio l’accordo stesso. Invece ci siamo trovati al cospetto di quattro slide raffazzonate, che non dicevano nulla del progetto in sé — un paio di cartine stampate da Google Earth ed evidenziate per le parti che dovrebbero costituire l’ampliamento del centro commerciale, e poco altro.

La posizione della Lista Civica carugatese è piuttosto dura, e punta il dito sulla situazione in cui, a loro avviso, si sta ritrovando il primo cittadino Umberto Gravina: “Abbiamo anche visto un sindaco abbandonato dai suoi: alcuni legittimamente in vacanza; altri, come l’assessore al commercio e il vicesindaco, non proprio due attori di seconda fila nell’ampliamento di un centro commerciale, che hanno abbandonato la seduta anzitempo. Avranno avuto legittimi impegni, non ne dubitiamo”.

Stasera 28 luglio intanto, il consiglio comunale sarà chiamato a votare l’accordo di programma che permetterebbe l’ampliamento del Carosello ma gli esponenti di ProCarugate sono dell’opinione che il risultato della votazione sia piuttosto scontato: “Prima del prossimo consiglio comunale faremo avere i nostri suggerimenti su quali debbano essere le priorità di Carugate affinché si possa iniziare a discutere di un eventuale ampliamento. Lo faremo con la consapevolezza, però, che i dati in nostro possesso non ci consentono di formulare delle proposte le più mirate possibili. E con la preoccupazione che tutto sia già stato deciso”.

Rimanete in contatto, vi terremo aggiornati sul consiglio comunale di stasera, sui prossimi eventi riguardanti il Carosello, e sulle condizioni poste dal PD ad Eurocommercial.

VALERIA MANTEGAZZA