PIOLTELLO ELEZIONI
TRA CARRER E GAIOTTO PARTE UN BALLOTTAGGIO A COLPI DI MANIFESTI

Sarà il prossimo, il week-end delle votazioni per decidere al ballottaggio chi sarà il nuovo sindaco di Pioltello.
La campagna elettorale però, si sta accendendo con una polemica a colpi di manifesti.

BIOLCHINI ATTACCA
Il primo attacco lo sferra Roberto Biolchini, Segretario Provinciale di Scelta Civica e alleato della candidata di centrodestra Cristina Carrer.
Sul suo sito web personale, Biolchini aveva denunciato un attacchinaggio secondo lui scorretto e abusivo, della coalizione cui fa capo Simon Gaiotto, rea, sempre secondo il leader di Scelta Civica, di aver coperto alcuni manifesti della Carrer, e di aver utilizzato spazi non propri per l’affissione dei manifesti.  “Il rispetto degli altri e della legalità passa dal rispetto delle regole: di tutte le regole, anche le più piccole -scriveva Biolchini qualche giorno fa- imperterriti, continuano ad affiggere i manifesti negli spazzi altrui. Lo spazio n. 6 delle Elezioni Europee è di Scelta Europea / Scelta Civica di cui sono oltre che il Capogruppo provinciale, Segretario organizzativo provinciale e anche il responsabile di Pioltello. L’unico autorizzato a decidere cosa affiggere in quello spazio è il sottoscritto, non certi, arroganti e falsi moralisti di sinistra“.

Un attacco duro e preciso quello di Roberto Biolchini, che ha proseguito al di fuori del web, andando a denunciare l’accaduto a Polizia locale, ufficio elettorale del Comune e Prefettura : “Affinché i manifesti di Gaiotto affissi negli spazi non a loro assegnati vengano dichiarati abusivi, segnalando in particolare quelli di viale Lombardia, via Molise, via Puglia e via Dante“.

Questa la foto incriminata. Nel dettaglio a destra, il famigerato spazio 6 chiamato in causa da Biolchini.
A sinistra i manifesti di Gaiotto che coprono in parte quelli della Carrer, e per i quali il candidato Sindaco del centrosinistra pare aver porto le sue scuse.

biolchinipolemica01

GAIOTTO RISPONDE
Sul fronte Pd, e dalle parole di Simon Gaiotto, arriva sia una risposta social dal profilo Facebook, sia una dichiarazione dalla viva voce del candidato sindaco del centrosinistra: “Se vogliamo fare polemica allora facciamola pure -ha detto Simon GaiottoBiolchini è un personaggio politico che nel corso degli anni ha cambiato una quantità enorme di schieramenti, in ultimo rientra in Scelta Civica, schieramento politico che rientra, anche a livello europeo, nell’area del centrosinistra, legata al PD dunque. Che poi a livello locale lui abbia deciso di supportare la candidata del centro destra, è un altro discorso. La bacheca in questione, il discusso spazio 6 e’ assegnato a Centro Democratico e Scelta Civica, in quanto parte del centrosinistra a livello europeo e nazionale. A livello locale l’espressione del centrosinistra è data dalla nostra coalizione, e non mi pare che tra i simboli dei partiti che supportano Cristina Carrer, compaia quello di Scelta Civica, per tanto se c’è qualcuno fuori posto in quello spazio, è il signor Biolchini“.

Nel frattempo come detto,  anche il centrosinistra è ricorso al web, e in particolare sul profilo Facebook Simon Gaiotto 2014, è comparsa una replica inequivocabile alle denunce di Scelta Civica: “Qualche giorno fa i nostri avversari precisino ci hanno attaccato giustamente per alcuni miei manifesti attaccati sui tabelloni che coprivano in parte i loro manifesti. Ho chiesto scusa. Ma da quel errore sono partiti con una tiritera un po’ bizzarra sul nostro scarso, a detta loro, rispetto per le regole. Beh, se così fosse saremmo in buona compagnia: la loro. La paura di perdere fa novanta, la loro almeno 100!!!!”

Ed ecco la foto cui fa riferimento il post Facebook di Simon Gaiotto.
Pare dunque che anche i manifesti del centrodestra siano affissi in spazi non adibiti a scopo elettorale

gaiottopolemica01