BALLOTTAGIO
MELZO E PIOLTELLO HANNO SCELTO I LORO SINDACI: CHIAVI DELLA CITTA’ A BRUSCHI E CARRER

Antonio Bruschi e Cristina Carrer guideranno rispettivamente Melzo e Pioltello.
E’ questo il risultato del voto, sovrano, dei cittadini.

Un’affluenza non da capogiro per questo secondo turno elettorale, dove di poco si è sfiorato il 50 % in entrambi i grossi paesi. Andiamo nel dettaglio a vedere la situazione.

MELZO – ANTONIO BRUSCHI
E’ Antonio Bruschi il Sindaco di Melzo, sebbene la vittoria non sia scandita da un margine di voti ampio come in quel di Pioltello. Secondo il sito ufficiale del Comune di Melzo, il candidato PD Bruschi pare essersi aggiudicato circa il 59,9% dei voti totali, successo che ha commentato subito a caldo così: “Sono euforico, è stata una vittoria sofferta ma io ci ho creduto fin dall’inizio. Se mi impegno è per vincere ! E adesso lavorare, lavorare e lavorare!“. Perego lascia quindi il ruolo di Primo Cittadino, ma soprattutto, i partiti trionfano sulle liste civiche. Il ritorno dei partiti come realtà alla guida della città, era anche quello che si auspicava la Lega Nord durante la campagna elettorale per il primo turno elettivo, e dopo le dichiarazioni della settimana precedente al ballottaggio, e l’appello all’andare a votare, pare proprio che quella percentuale di gente che aveva creduto in Martina Emisfero, abbia deciso di chiudere con l’esperienza civica di Perego e delle numerose liste a suo sostegno. Intanto festa grande in piazza a Melzo: “mi hanno preparato una bottiglia da stappare, a mia insaputa –ha chiuso il Neo Sindaco Antonio Bruschi– Dopo 15 anni il centrosinistra si riprende Melzo”.

PIOLTELLO – CRISTINA CARRER
Già dai primi dati Cristina Carrer si attestava davanti a Simon Gaiotto con un vantaggio piuttosto cospicuo. A due seggi da scrutinare, il vantaggio era di oltre 1000 voti. L’avvocatessa Pioltellese è dunque il nuovo Primo Cittadino della sua città, che saluta e archivia l’esperienza PD. Simon Gaiotto paga forse l’essere sempre stato associato alla figura dell’ex sindaco Concas, coinvolto in scandali giudiziari. La voglia di cambiamento dei pioltellesi pare aver preso un’altra strada, opposta politicamente alla precedente. Trionfa Cristina Carrer dunque con il 55% dei voti (6174 schede per lei) lasciando il restante 45% (4958 schede) allo sfidante, con un’affluenza che comunque si ferma attorno ad uno scarso 50%.  1200 voti di scarto dunque, che la Carrer appena eletta commenta così: “Ringrazio tutti i cittadini per questa loro immensa fiducia. A Pioltello ha vinto la speranza per un vero e possibile cambiamento“. Da parte sua, Simon Gaiotto lascia l’amarezza ad un laconico commento sul suo profilo Facebook: “Pioltello va a destra“.