COLOGNO
SOLDANO CONFERIRA’ LA CITTADINANZA ONORARIA AI MINORI STRANIERI

Sarà nell’ambito della festa cittadina Gioca Informa Day, che verrà conferita la cittadinanza onoraria a tutti i minorenni stranieri residenti in città.

Quella di sabato 10 maggio però, sarà solo una ciliegina sulla torta, a conclusione di un percorso svolto dalle scuole di Cologno sul tema dell’integrazione e del dialogo interculturale, che sono poi i temi scelti dal Consiglio Comunale delle ragazze e dei ragazzi, per questa seconda edizione del Gioca Informa.

La festa di sabato, che si terrà a partire dalle ore 14.30 e fino alle 18.00 circa, presso il Palazzetto dello Sport di Via Volta, ha richiesto la collaborazione dei giovani consiglieri, degli studenti e dei docenti delle scuole del territorio, senza risparmiare la preziosa collaborazione dei genitori, delle associazioni culturali e del volontariato cittadine, con il supporto e la collaborazione dei servizi comunali.

Nel pomeriggio si alterneranno laboratori e attività ricreative, momenti di animazione con musiche e spazi culturali, banchetti informativi e di sensibilizzazione mirate proprio all’ intercultura, all’integrazione, ad una società di diritti estesi a tutti i cittadini.

Nello specifico, l’idea del conferimento della cittadinanza onoraria, è arrivata dall’Istituto Comprensivo Boccaccio, che ad inizio anno aveva proposto all’Amministrazione comunale di aderire alla campagna “Io come tu” di Unicef Italia, volta a promuovere azioni di integrazione, tra cui proprio l’ atto simbolico della cittadinanza onoraria, come segno forte per spronare il dibattito e indirizzare la società verso politiche di inclusione degli stranieri.

Nella seduta del Consiglio Comunale delle Ragazze e dei Ragazzi del 20 febbraio scorso, la giovanissima consigliera Erica Panico aveva detto: Ci siamo stupiti nel sapere che i nostri compagni, figli di persone venute da altre nazioni, nati in Italia, che sono qui da anni, studiano, giocano, frequentano con noi le attività sportive e anche l’oratorio, non sono considerati cittadini italiani, cioè non hanno i nostri stessi diritti. Per noi bambini questo risulta difficile da capire. A scuola ci insegnano a vivere insieme, ad aiutare chi è in difficoltà, a conoscere le diversità che sono una ricchezza. Certo che il mondo dei grandi è proprio strano.”
Dopo l’approvazione della proposta durante la seduta consigliare del 5 maggio, il Sindaco Mario Soldano conferirà questo simbolico e importante riconoscimento durante la festa di sabato, in quello che sarà uno dei suoi momenti più importanti intorno alle ore 16.00.