RUGBY CERNUSCO
SCONFITTA NEL BRESCIANO, LA’ DOVE IL RUGBY E’ DURO

Domenica difficile per il Rugby Cernusco, che dopo una lunga serie di risultati positivi è costretto a cedere contro ASD Bassa Bresciana, che con una netta vittoria di 69 – 7 vola sempre più solitaria verso il ritorno in serie B. Nessun giocatore si presenterebbe mai nella bassa convinto di portarsi a casa il risultato con semplicità, da quelle parti il Rugby è duro e di botte se ne prendono tante.

I Road Runners infatti, arrivano a Leno con la consapevolezza di dover affrontare la partita più complicata dell’anno, ma la determinazione dei nostri atleti non è bastata per far fronte all’enorme potenza degli avversari bresciani. Quella del CE è sicuramente una delle mischie più forti e tecniche del campionato, ma il divario di preparazione fisica tra le due compagini, diventa sin dalle prime battute di gioco quasi impossibile da colmare.

Gli avanti grigio amaranto giocano con la solita tenacia ma il ritmo partita imposto da Bassa Bresciana è veramente infernale, e col passare dei minuti la lucidità viene meno e i colpi incassati cominciano a farsi sentire. Il pacchetto di mischia del CE non funziona alla perfezione come al solito e di conseguenza i palloni per i tre quarti faticano ad arrivare, e quando l’equilibrio tra i due comparti è compromesso, i bresciani cominciano ad accumulare un vantaggio che diventa ben presto irrecuperabile.

Come se non bastasse, il Cernusco già in difficoltà deve anche fare i conti con due gravi infortuni che mettono KO il tallonatore Roberto Caserini e la possente terza linea Luca Assandro. Nonostante la situazione poco favorevole il CE riesce a segnare 7 punti grazie a Di Pietro che  dopo aver raccolto una palla vagante fa valere tutta la sua velocità schiacciando l’ovale oltre la linea di meta.

Il Rugby Cernusco perde contro una squadra di alto livello e in questi casi l’unica cosa da fare, è imparare dagli avversari e proseguire a testa alta fino alla fine del campionato, che è ancora lungo e tutto da giocare.