CERNUSCO
LE IENE:IL SERVIZIO NON VA IN ONDA E LA STORIA SPARISCE DAL WEB

Iniziamo questo pezzo in modo insolito, con tre link:

Le Iene, pagina facebook,
Le Iene pagina web della puntata del 5 marzo 2014
Le Iene video del servizio sull’allontanamento dei minori.

Non preoccupatevi, non è un errore del vostro browser, il link al video del servizio non è più collegato ad alcun file. Nella pagina della puntata del 5 marzo 2014, presente sul sito web ufficiale, il servizio non compare tra i numerosi della serata. Nella pagina Facebook della trasmissione, nell’album: “puntata del 5 marzo”, compaiono ancora i commenti degli spettatori, ma le foto relative al servizio non ci sono più.

Perché tutto il materiale registrato e mandato in onda, sia stato rimosso (e tutt’ora non compare, alle ore 12.09), non è spiegato ma forse è spiegabile, anche se non sta a noi provare a tirarne conclusioni affrettate. Di vero e oggettivamente rintracciabile, c’è che il comunicato ufficiale di Villa Greppi, e la diffida del Sindaco Comincini alla trasmissione Tv, hanno fruttato più del previsto: non solo l’intervista con il primo cittadino non è andata in onda, ma tutta la vicenda della famiglia è sparita.

Qualcuno immagina che, come spiegato anche nel comunicato dell’amministrazione di Cernusco, i minori fossero riconoscibilissimi e individuabili, cosa che violerebbe la Carta di Treviso, che garantisce l’anonimato dei minori in qualsiasi situazione. Se così, fosse, foto e video sarebbero stati a ragione rimossi. Ma dopo questa formattazione di contenuti, qualcuno inizia a pensare  che forse la questione portata dalle Iene sul tavolo dei Servizi Sociali cernuschesi, non fosse così chiara e lineare come era parso dal servizio.

Intanto la vita dei due coniugi, dei loro figli, e degli assistenti sociali minacciati, va avanti e non sparisce in un click.

Resta quindi la verità che avevamo già scritto nel precedente articolo: quando si parla di minori e famiglie, la discrezione è l’unica via rispettosa di tutti i soggetti coinvolti, genitori, e bimbi, compreso chi per lavoro, si trova ogni giorno a gestire queste complicate situazioni.