CERNUSCO – Originale trovata. Al Parco dei Germani si gioca a “Flag Football”. Il primo “River Bowl” va al quartiere sud

river bowlIl sole splendeva alto e forte sopra il cielo di Cernusco quel pomeriggio di Sabato 6 Luglio,
ma ad illuminare il campo di battaglia era la luce riflessa dal “Caio Asinio Trophy “che, dall’alto del podio sul quale giaceva, sembrava dominare tutto il Germani Park.
Pionieri di una disciplina ben lontana dalla cultura italiana, i nostri altleti del River Bowl si sono misurati
in una spettacolare battaglia a suon di Touch Down e intercetti coronata da un finale degno dei migliori film di Hollywood.
Ebbene, proprio li su quella terra carezzata dalle acque del Naviglio, sotto gli occhi di un discreto pubblico di appassionati
ed alcuni curiosi attratti dall’elevato livello di agonismo espresso dai giocatori, questo gruppo di amici non ha solamente disputato una semplice
partita di Flag Football, ma ha gettato le basi per un evento che può entrare definitivamente a far parte della tradizione sportiva cernuschese.
I North River Mosquitos, la squadra di Cernusco Nord, fin da subito appaiono più aggressivi e ben organizzati in fase difensiva
tanto da costringere gli avversari a ridosso della propria linea di Touch Down, e proprio in balia di quello tsunami Azzuro-Nero,
il Quarter Back sudista incassa un Safety clamoroso che come un fulmine a ciel sereno fa saltare tutti i piani.
Cernusco Sud è quindi costretta a dover recuperare terreno sin dalle prime battute di gioco, ed è solo facendo leva sulla
loro arma migliore che la compagine Nero-Arancio ristabilisce l’equilibrio, dopo pochi minuti infatti, dal braccio di Alberto Villa parte
un lancio millimetrico ed al Wide Receiver Joey Villa non rimane che depositare l’ovale in end-zone.
I Mosquitos non si fanno certo intimorire e galvanizzati da un Matteo Sorice indiavolato, mettono a ferro e fuoco la metà campo sudista
concludendo il drive con un Touch Down da manuale che vale la nomination per MVP a Erik Meazzi.
Attoniti di fronte a tanta aggressività, i SR Beavers tentano il tutto per tutto nel tentativo di recupereare il terreno perduto,
ma a pochi secondi dal fischio finale che avrebbe consegnato nelle mani del Nord l’ambito trofeo, accade l’impossibile.
Il braccio del QB nero-arancio è gia in posizione di lancio ma tutti i suoi ricevitori sono marcati dall’immensa difesa nordista;
il tempo scorre inesorabile ma proprio in quegli ultimi istanti di gioco, i NR Mosquitos commettono forse l’unico errore della partita: “Mai permettere ad Alberto Villa di ragionare!”
Lasciando tutti di stucco si lancia in una di quelle corse che non si vedono neanche in NFL, e sfruttanto ogni centimetro di spazio a disposizione, tra i gemiti di sofferenza delle prima linea che fanno da colonna sonora, l’impavido QB schiaccia la palla in end-zone conquistando cosi il premio come MVP e innalzando nei cieli del sud il Caio Asinio Trophy.
Il River Bowl I è stato un vero successo e ancor di più lo sarà il Riverbolw II, dove le due fazioni Nord e Sud Cernusco si uniranno sotto il nome di
CSN Tritons, e si contenderanno il Martesana Trophy con le squadre dei paesi che sorgono in riva al notro amato fiume.
Giuseppe Coppola