CARUGATE – Musica, suoni e territorio per un viaggio dalla “Guerra alla Pace”. Giovani, adulti e anziani insieme per il 25 Aprile

I LavorantiE’ stato un vero successo, la due giorni carugatese dedicata al  ricordo della liberazione nazi-fascista

Oltre al classico corteo, in cui per la prima volta hanno partecipato una trentina di bambini delle scuole elementari, scoppi di bombe, mitragliate, urla di feriti hanno aperto lo spettacolo “Dalla Guerra alla Pace”,  realizzato in occasione del 25 Aprile dall’ANPI carugatese, in collaborazione con l’associazione “La Comune di Luigi Bottasini” e il complesso musicale “I Lavoranti“.

Due ore piene di parole e musiche, in cui lo spettatore è stato coinvolto in un viaggio nel tempo e nello spazio, tra le tante guerre e massacri che ancora oggi continuano a rovinare la vita di migliaia di persone nel mondo.

Non ci si è però dimenticati della pace, su cui si è concentrata invece la seconda parte dello spettacolo,  caratterizzata da musiche celebri come “Blowin in the wind” di Dylan o “La guerra di Piero” di De Andrè.

A dividere i due atti dello spettacolo, il ricordo di un terribile rastrellamento avvenuto a Carugate nel 1944 ad opera dei tedeschi, che hanno catturato e spedito in prigionia in Germania ben 90 giovani  del paese, per miracolo tornati tutti sani e salvi; il testo recitato in dialetto da Dino Verderio, il vero promotore dell’evento, ha commosso molti, sia gli anziani in sala sia i più giovani,  chiamati a riflettere su un episodio che accadeva solo 69 anni fa.

 

F.G.