VIMODRONE – La città si prepara ad accogliere 200 nuovi “cittadini onorari”. L’ok del consiglio per la cittadinanza ai minori stranieri nati in Italia

bambini multietniciContinua a far discutere, almeno nelle giunte e nei consigli comunali della martesana la cittadinanza onoraria ai minori stranieri nati un Italia.

Dopo Cernusco è Vimodrone a portare avanti l’iniziativa aderendo alla campagna di sensibilizzazione di Unicef Italia “Io come tu. Mai nemici per la pelle”.

Sono 200 i bambini e i ragazzi che il 19 gennaio, all’auditorium di via Piave vedranno riconoscersi, se pur simbolicamente, la nuova cittadinanza dalle istituzioni vimodronesi.

“Un gesto di attenzione per contribuire ad aumentare il sentimento comune – ha dichiarato il sindaco Antonio Brescianini – e che mi auguro possa portare a realizzare delle vere e proprie leggi che vadano in questo senso.

L’impegno dunque, anche per l’amministrazione targata Brescianini, sarà quello di promuovere azioni di sensibilizzazione nei confronti della riforma all’attuale legge che regola la cittadinanza dei minori nati su suolo italiano da genitori stranieri, a partire già dall’invio della lettera ai genitori stranieri di figli che compiono il 18esimo anno di età, contenente le procedere per il riconoscimento della cittadinanza.