PIOLTELLO – VIMODRONE: Omicidio Reguzzelli. La condanna a 14 anni di carcere per attenuanti generiche

Una follia omicida costata 14 anni di reclusione alla 29enne di Vimodrone, Vittoria Orlandi, che lo scorso anno accoltellò Patrizia Reguzzelli 58 anni, moglie del medico Maurizio Brigatti 61 anni, con il quale aveva una relazione extraconiugale.

Un delitto passionale, consumato nei pressi del lago Malaspina di Pioltello, dove la giovane aveva pensatto di sbarazzarsi dell’unico ostacolo al coronamento del suo sogno d’amore con un coltello di 20 cm nella gola della sua rivale.

“Ho fatto qualcosa di grave”, aveva scritto via sms al suo amante.

A distanza di un’anno arriva la condanna a 14 anni di reclusione con le attenuanti generiche di risarcimento a Brigatti e figlia, nonostante le richieste di 30 anni in rito abbreviato del PM Francesca Celle, dopo aver appurato che l’Orlandi era capace di intendere e di volere e agiva solo accecata dalla rabbia e dalla gelosia.