VIMODRONE – Il “Centro pasti” si rifà il look. Sarà gestito da “CIR” e sfornerà 1800 pasti al giorno

Sabato scorso,  presso il plesso scolastico di Via Piave,  è stato inaugurato e presentato al pubblico il Centro Pasti di Vimodrone gestito da CIR (Cooperativa Italiana di Ristorazione), ristrutturato e ammodernato dalla cooperativa stessa per un investimento pari a 310.000 di euro.

Il taglio del nastro, previsto per le ore 10, ha subito un ritardo di 30 minuti e ha visto il Sindaco Antonio Brescianini spiegare per primo l’importanza di tale opera.

“L’impianto produttivo – ha detto il primo cittadino- grazie agli investimenti di CIR, può oggi produrre 1100 pasti giornalieri, puntando, nel futuro, a incrementare questa cifra fino ad uno totale di 1800 pasti al giorno, ponendosi come obiettivo di divenire rete distributiva anche per le aziende e imprese private presenti sul territorio”.

Il progetto vuole anche arrivare a poter essere d’aiuto alla formazione alimentare all’interno delle scuole oltre che alla formazione professionale di coloro che lavoreranno giornalmente alla produzione di cibo in loco.

Il presidente del CIR food, Ivan Lusetti, si è soffermato molto sull’importanza della qualità del cibo prodotto svelando che il motto dell’azienda della quale è presidente è ” Cibo fresco e caldo” (ndr).
Dopo i riti di presentazione, la benedizione del personale e delle strutture da parte di Don Mario Guidi e il taglio del nastro, i pochi (purtroppo) presenti hanno potuto visitare i locali ristrutturati e testare le capacità il personale della cucina presente con domande e assaggi.

M.M.